Mamma in attesa, pancia e forme che mettono in crisi

“Ma signora! Che cosa ha combinato???? Lei che ci tiene tanto alla linea…”

“…Ho mangiato troppa anguria, e mi è rimasta ‘sullo stomaco’, ahahahhha”.

Questo lo scambio tra due conoscenti: la prima un’ultra settantenne gioviale che – forse – intendeva semplicemente fare una battuta; l’altra una mamma quarantenne in attesa del suo terzo bambino, quinto mese di gravidanza e, a quanto pare, donna tutto sommato in forma – nonostante i due figli “e mezzo”…

Mi racconta di questa conversazione un’amica a me molto cara e vicina, sorridendo ma anche un po’ perplessa.

“Io alla linea in verità non ci faccio caso, ma di tutte le battute che mi si potevano fare per il mio nuovo pancione, si doveva far proprio riferimento al presunto ‘attentato’ alla mia forma fisica?!?!?! Per la miseria, persino le simpatiche donnette di paese considerano i nove mesi (e coda) una minaccia?”

Certo, difficile vivere serene il rapporto con lo specchio quando i giornaletti ti sbattono in faccia le immagini della smagliante gravidanza e dell’invidiabile puerperio di Belèn, e non è sempre consolante eliminare a priori gli esempi virtuosi di mamme e neomamme in forma perfetta rivolgendo l’attenzione a quelle in evidente sovrappeso…

Bel problemino, il prima, durante e post pancia…L’ennesimo esame a cui ci sentiamo tutte – prima o poi e bene o male – sottoposte. Come se quello da neomamma non bastasse, con la serie di commenti non richiesti, paragoni, diti puntati che a ogni donna alle prese con il primo figlio tocca subire.

C’è pure la prova del nove della “linea mammesca“: durante i nove mesi, con la bilancia che incombe e i commenti dei conoscenti (sei tutta pancia e basta! Ti è venuto un bel sederotto! Mia figlia non sembrava neppure incinta…) e DOPO i nove mesi, quando…chi si riconosce più?!?!?

Gli altri a dire “Hai appena partorito!!! Devi mangiare, non pensare a perder peso!!” Ma intanto li vedi che ti scrutano, magari ti chiedono pure quanti chili hai messo su…E quei maledetti giornaletti!!!!

Quand’è che – finalmente – il “rotolino da bebè” diventerà un punto di forza, un compagno di strada pronto a ricordarci – da amico – di quanto siamo state brave a mettere al mondo il nostro piccolo miracolo? Quand’è che smetteremo di farci la guerra allo specchio perché “la Belèn… lei sì che è stata brava, a mangiare solo insalate per tenersi in forma”?

Quand’è che NOI per prime guarderemo – benevole, non con cinico senso di vittoria… – le forme ammorbidite delle “altre”, quelle che appaiono un po’ più appesantite di noi…

Di questo parlavo proprio ieri sera con la preziosa Cecilia, che – guarda caso – meditava sullo stesso tema della “bellezza delle mamme“, e allora mi son detta che l’episodio dell’amica “fuori forma” (ehm, scusate! Incinta) non doveva esser capitato tanto a caso…

Voi che ne pensate? Le mamme, pancetta o no, non hanno una bellezza che va oltre, e che – SE DIO VUOLE – si spinge al di là della semplice (e banale) prova costume?

Questi bambini, fino a prova contraria, li abbiamo custoditi pezzettino per pezzettino tutti noi, tutto da sole. Se questa non è bellezza…:)

Beatrice Cerrai


Potrebbero interessarti anche


  • goldie

    d’accordissimo Beatrice.. a me la pancia é rimasta, mio bimbo ha due anni, l’altro giorno mi hanno chiesto “di quanti mesi sono”… io ho risposto: “no no, é la pancia che mi é rimasta, non sono incinta”. La signora mi ha risposto “cerca di rimetterti, é un peccato, quanti anni hai? ” e le ho detto la mia etá, 33. Ti diró, a me queste nuove forme non dispiacciono, anche se mi rendo conto che mi appesantiscono, mi rendono forse meno attraente. Non metto creme tipo Somatoline, non metto nulla. Cerco di essere pulita e in ordine, dentro e fuori, con me stessa, con il mio bambino, e con il mondo… Un abbraccio.