Salute dei bambini e della famiglia, un progetto

Un progetto per salvaguardare la salute dei più piccoli e della famiglia e per migliorarne gli stili di vita, partendo dalla prevenzione su più fronti: medico, educativo, sociale.

Un programma innovativo che vede unita l’intera pediatria italiana – Società italiana di pediatria preventiva e sociale (SIPPS), Società italiana di pediatria (SIP) e Federazione nazionale medici pediatri (FIMP) – per uno scopo comune: “Regaliamo futuro”.

Salvaguardare la salute del bambino, delle madri e dei padri significa garantire un futuro al Paese, e l’Italia ad oggi è – purtroppo – fanalino di coda in Europa quanto a investimenti in materia di prevenzione e miglioramento degli stili di vita: 0,5% dietro a Germania (3,2%), Svezia (3,6%), Olanda (4,8%) e Romania (6,2%).

Il progetto dei pediatri italiani si articola in più punti che toccano la salute materno-intantile, l’educazione sessuale e sentimentale in adolescenza, la promozione della genitorialità, l’educazione a un corretto stile alimentare e di vita.

Questi i nove punti di “Regaliamo futuro”:

– Mangiare bene conviene, per la promozione dei corretti stili di vita e dell’educazione alimentare nelle varie fasce d’età.

– Bambini da amare, bambini da salvare, per una genitorialità positiva e il sostegno al bambino da parte di entrambi i genitori anche in caso di separazione

– Come nasce una mamma, per la prevenzione e l’educazione dal concepimento al puerperio

– Adolescenza a rischio? a sostegno dei giovani, per prevenire solitudine e fenomeni quali bullismo, dipendenze, sexting, malattie sessualmente trasmesse e gravidanze indesiderate.

– La salute di mano in mano, per la prevenzione delle malattie attraverso l’igiene.

– La borsa delle buone azioni, che promuove l’attività fisica per la prevenzione dell’obesità infantile e la valorizzazione della socializzazione e della solidarietà nei confronti dei bambini in difficoltà (autismo, dislessia, disturbi dell’apprendimento) attraverso il gioco.

– Viaggio nell’infanzia negata, per la consapevolezza dei pericoli ambientali e dei fattori di rischio per tumori, sicurezza alimentare, domestica e sportiva.

– Beatrice, progetto di educazione sessuale e sentimentale rivolto agli adolescenti.

– Nutrire il sapere, per il consumo critico e consapevole: lettura delle etichette, informazione sui macronutrienti.


Potrebbero interessarti anche


  • José Spdea

    E la prevenzione dehli incidente domestici, prima causa do norte tra i bamabini di 1 a 4 anni. E perció, tutti l ‘accidente prevenibile nella infanza e adolescenza.