Rimedi naturali contro le zanzare

Dopo i solari e i rimedi contro la sudamina, parliamo di… punture di zanzara! Personalmente, ho la fortuna di non essere molto amata da questi insetti antipatici, ma molte persone – e, ahimè, molti bimbi – in estate devono proteggersi continuamente.
I prodotti naturali anti-zanzare, però, sono molto costosi, piuttosto difficili da reperire e, a mio parere, il più delle volte troppo aggressivi. Vi sarete accorti, infatti, che contengono un’altissima percentuale di oli essenziali, che sarebbero da evitare sui bambini, fatte salve alcune eccezioni.
Per questa ragione vi consiglio, se volete comprare dei cosmetici già pronti, di orientarvi verso le linee eco-biologiche specifiche per bimbi: queste utilizzano di solito solo uno o due oli essenziali in una percentuale accettabile, e una serie di sostanze idratanti.
Ad ogni modo, se volete evitare di andare alla ricerca di prodotti già pronti, ma allo stesso tempo non vi sentite ancora in grado di produrre in casa dei cosmetici complessi, vi propongo due soluzioni di facilissima realizzazione.

Per quanto riguarda la prevenzione, procuratevi un contenitore spray da 50 ml e riempitelo per due terzi d’acqua demineralizzata e per un terzo di alcool buongusto (il cosiddetto “alcool per dolci”). A questo punto, aggiungete 20 gocce di olio essenziale di geranio. Ogni volta che intendete proteggere il vostro bimbo (e voi stessi) dalle punture di zanzara, agitate il flacone (l’olio essenziale rimarrà sempre in superficie) e vaporizzatelo sulla pelle.

Il prodotto si conserva bene per tutta l’estate, ma il consiglio come sempre è quello di farne poco per volta. Tenete presente che l’alcool è il conservante principalmente utilizzato nei prodotti per bambini, anche in quelli più delicati e, a meno che non si abbiano allergie particolari, non è causa di problemi topici. È sempre valida la norma dettata dal buon senso: non abusate di questo prodotto, ma utilizzatelo solo quando può effettivamente essere utile.
Se preferite usare qualcosa di nutriente, in un flacone simile versate dell’olio di girasole o di mandorle e aggiungete 30 gocce dello stesso olio essenziale.
Se la zanzara ha già colpito, invece, è possibile evitare stick lenitivi o prodotti complessi di vario genere: versate semplicemente sulla puntura una goccia di olio essenziale di lavanda. Il prurito sparirà immediatamente e la pelle verrà disinfettata a dovere.

Maura Gancitano


Potrebbero interessarti anche