La forza delle (future) mamme

Il mondo è delle mamme, ma non lo sa.

Buffo iniziare con questa premessa, ma l’esperienza del mio lavoro con le mamme e per le mamme conferma ogni giorno quanta energia scorra tra le nostre dita e nella nostra pancia.
Sì, perché è proprio di questo che si parla, di un’energia fluida, che genera e “partorisce” quotidianamente strategie funzionali e adattive per vivere. Potere inestimabile delle mamme, un esserci sempre per donarsi gratuitamente a quanto di più caro un essere umano può conoscere, suo figlio.

Perché mamme non si nasce, si diventa, in un processo lento che ripercorre orme già segnate. E qui, in questo delicato passaggio verso la maternità, il femminile esplode in tutta la sua forza risvegliando competenze antiche che necessitano di essere condivise. Perché quando le mamme si uniscono e si abbracciano, il mondo si ferma a osservare questa esplosione di energia creativa e positiva che nutre.

E come un fiume in piena le donne condividono antichi saperi, lasciandosi cullare da quella parte silenziosa ma presente dentro ognuna di noi, che racconta desideri spesso poco espressi. L’ascolto e il racconto dei bisogni regala consapevolezza nel “sentirsi” completamente nel qui ed ora, come portatrice sana di un miracolo che è l’evento nascita.

Non è facile osservare momenti così ricchi di energia. Un’occasione incredibile e nutriente sono i Corsi di Accompagnamento alla Nascita e alla Maternità, dove l’incontro di mamme, tra le mamme, regala emozioni che si rinnovano. Il gruppo si forma, diventa rotondo come le pance delle mamme e, dopo un periodo di gestazione, genera e riscopre competenze, rinforzando una rete femminile che sostiene la nascita di un bimbo e di una mamma.

E attraverso il gruppo alla pari, si ri-scopre il donarsi gratuitamente e il prendersi per mano per seguire nuovi percorsi. Esso diventa uno strumento elettivo per condividere. Perché in quello spazio parlano le pance che sospendono il giudizio e la ragione, empatizzando su un sentirsi “uniche” perché alla pari. Potere dell’alleanza di un femminile che si apre all’accoglienza delle proprie fragilità, che non le giudica, ma anzi le utilizza come risorse per generare maternità sempre più consapevoli.

E allora è proprio vero che “il mondo è delle mamme, ma non lo sa”. A noi adesso il compito di ricordarlo, promuovendo occasioni dove gli sguardi delle donne possano finalmente incontrarsi, e nutrirsi.

Cecilia Gioia


Potrebbero interessarti anche