Nelle emergenze meglio il latte materno

In queste ore nelle Filippine si sta consumando una tragedia, un evento catastrofico che ha messo in ginocchio la popolazione dell’isola.

La furia del ciclone Haiyan ha già provocato oltre 10.000 vittime, ma il bilancio è in crescita.

Morte, devastazione, famiglie spezzate, orfani…E anche questa volta si mobilitàno le associazioni umanitarie, con la richiesta – più che legittima – di aiuti umanitari e donazioni per i primi soccorsi.

Tra questi, a presunto beneficio dei piccoli colpiti dall’inondazione, l’invio di latte in polvere…E si ripresenta il problema da noi già affrontato e approfondito dalla nostra Luisa Mondo – medico e collaboratore di Ibfan Italia – di una pratica (la donazione di formule lattee) che in Paesi poveri, colpiti da cataclismi  e in condizioni igieniche ben più che precarie si rivela molto pericolosa.

Non si tratta di mancanza di sensibilità (per non dire umanità) ma di fare corretta informazione nell’interesse di tutti, popolazioni colpite e bambini in primis.

Avverte la dottoressa Mondo: “Senza acqua potabile per ricostruire il latte. senza gas o corrente o la possibilità di accendere fuochi per bollire l’acqua, senza mezzi per sterilizzare i biberon il latte in polvere è PERICOLOSO!!!
E aggiunge: “L’unica vera risorsa sono le mamme che stanno allattando e che possono donare un po’ del loro latte o allattare direttamente al seno altri bambini oltre al proprio.
Allo stesso modo le donne che hanno allattato posso riprendere a farlo solo attaccando al seno bambini affamati. Tutte le donne che hanno allattato. anche quelle che adesso sono nonne!!!

A tale scopo riproponiamo due pezzi scritti dalla dottoressa Mondo sull’allattamento nelle emergenze, il secondo dei quali dedicato alla tragedia di Haiti di alcuni anni fa…

E consigliamo la lettura di questo contributo del MAMI – Movimento Allattamento Materno Italiano – per sostenere una corretta informazione sull’allattamento nelle emergenze, ben oltre la semplice (e comprensibile) buona fede.

Ricordando che – come afferma Anne H. Vincent, direttrice di Sanità e Nutrizione, Unicef Indonesia Jakarta Post – “Le donazioni di latte in polvere durante una situazione di emergenza possono aumentare il tasso di mortalità dei bambini piccoli, mentre la gente vorrebbe fare del bene“.

Clicca >>qui<< per leggere il primo intervento di Luisa Mondo, e >>qui<< per il pezzo dedicato alla catastrofe di Haiti.

E se puoi…passa parola!


Potrebbero interessarti anche


  • Pingback: aumentare produzione latte – Mammole | La Guida Natural | come-aumentare()