Ognuna di noi è una Supermamma

Le cerchi dappertutto, ma è difficile riconoscerle ad occhio nudo, perché considerate da tutti una specie in estinzione.

Merce rara, dicono alcuni, difficile da avvistare, perché prototipo di una maternità irraggiungibile. E continua, spasmodica, la ricerca in un quotidiano che spesso riflette aspetti su cui preferiamo non soffermarci perché distanti da un modello tanto ideale, quanto irreale.

Poiché in realtà le Supermamme non esistono, o forse sì, dipende dai punti di vista.
Nella mia personale esperienza di Bismamma, e di psicoterapeuta che lavora con le mamme, posso affermare con assoluta certezza che le Supermamme esistono, eccome.
Ed è facile incontrare i loro sguardi, percepire i loro superpoteri, la loro incredibile energia, perché le Supermamme siamo tutte noi, ognuna portatrice sana di una diversità individuale, e speciale.

Perché noi mamme ci trasformiamo in Supermamme ogni giorno, quando affrontiamo le difficoltà che la vita inevitabilmente ci propone. Ed è facile scivolare nelle lacrime, e nell’angoscia, perché – udite,udite – le Supermamme sanno anche piangere, alcune volte alzare la voce, incarnare una perfezione “plastificata”, scegliere modalità educative non sempre “convenzionalmente” accettate, cucinare cibi precotti, alimentare il proprio Io di messaggi di fiducia o denutrirsi di pillole di disvalore.

Le Supermamme fanno anche questo, ed ecco perché, in modo inconsapevole, sono super e nessuno mai potrà negarlo. Perché è facile in teoria “suggerire” altro, ma la pratica è tutta un’altra storia.

Cecilia Gioia


Potrebbero interessarti anche