Latte materno, sonno, alimentazione del bambino e primi mesi…in pillole

Incontriamo la scrittrice Giorgia Cozza e l’illustratrice Maria Francesca Agnelli per approfondire insieme a loro gli argomenti (latte materno, sonno, alimentazione e primi mesi del bambino) trattati nella collana Il bambino naturale in tasca, che conta ad oggi quattro volumi: Neomamma è facile! Allattare è facile! La pappa è facile! e La nanna è facile! Ecco a voi una simpatica “intervista doppia”!

Guide tascabili per futuri e neogenitori, come è nata questa idea?
GIORGIA È nata dalla constatazione che quando hai un bimbo piccino e magari sei nei guai, perché l’allattamento non decolla, la notte si dorme poco (o non si dorme proprio) e non sai bene come gestire pianti, poppate, risvegli… Il tempo per leggere il classico manuale potrebbe scarseggiare. E anche le energie per riuscire a farlo senza crollare addormentata alla seconda pagina! E allora ecco delle guide agili e scorrevoli, in cui le informazioni e i suggerimenti sono “in pillole”, ovvero veloci, che si leggono al volo.

Maria Francesca, e le tue illustrazioni?
MARIA FRANCESCA Le illustrazioni sono nate per dare simpaticamente man forte ai concetti illustrati in ogni pagina. È stato particolarmente stimolante realizzare disegni per adulti e anche molto divertente. La scelta di farle in bianco è nero sottolinea il fatto che non è un libro per bambini… ma “di” bambini: il target sono gli adulti. Spero che riuscire a farsi quattro risate per sdrammatizzare un po’ aiuti i genitori a preservare la loro salute mentale!

Cosa trova il lettore in questi “bigini” per genitori?
GIORGIA Trova informazioni scientificamente corrette. A questo aspetto noi teniamo molto. Le indicazioni fornite sono corredate di bibliografia autorevole e supervisionate da esperti (pediatri e psicologi, a secondo dell’argomento). La formula “leggera” offre informazioni serie e ben fatte. E poi spero che ci trovi… un sorriso! Perché questo era uno dei nostri obiettivi. Regalare un sorriso alle neomamme stanche, magari un po’ giù a causa dei commenti non sempre gentili di parenti, amici, conoscenti e sconosciuti… Tutti che si sentono in dovere di dire la loro sulle scelte dei neogenitori.
MARIA FRANCESCA Trova un momento di “scientifico relax”. La possibilità di farsi una risata e ritrovare il respiro per affrontare un nuovo pianto, una nuova pappa, la critica della zitella di turno…

Dite la verità, ma ce l’avete un po’ con le suocere?
GIORGIA Seriamente? No, proprio no. Io amo le nonne. Credo che siano una figura preziosa. Una figura che può offrire un sostegno fondamentale alla neomadre. E infatti la signora un po’ acida, un po’ criticona, dei nostri tascabili non è una nonna, ma una generica parente/amica/conoscente. Maria Francesca e io la chiamiamo confidenzialmente “Zia Tascalina”… Ma scherzi a parte, perché parenti e amici siano di vero supporto ai neogenitori è utile che siano ben informati. Se cercano di riproporre alle mamma vecchi luoghi comuni e pregiudizi privi di base scientifica e sulla base di questi luoghi comuni magari criticano il suo operato… Be’ allora altro che supporto!
MARIA FRANCESCA Io sì. Profondamente. Ma no, sto scherzando. Quella rappresentata nei tascabili non è una suocera, ma un’ideale figura di zia rompiscatole e un po’ saccente, ma che comunque critica a fin di bene. E che viene smentita puntualmente dagli altri personaggi, sempre ben informati e che non parlano mai a vanvera.

Allora, forse questi piccoli manuali potrebbero essere il regalo giusto per parenti e amici?
GIORGIA Ci sono mamme che hanno fotocopiato alcune pagine e le hanno appese in bella mostra all’ingresso di casa… Per la serie a buon intenditor…. Sì, credo che regalare un tascabile o anche solo prestarlo alle persone che ci vogliono bene, potrebbe essere utile per tutti, per i parenti che desiderano sicuramente offrirci i consigli giusti e per noi, che forse verremmo comprese di più e giudicate di meno. Perché come si ribadisce più volte nei tascabili, alle mamme si dovrebbero offrire più sostegno e meno giudizi!
MARIA FRANCESCA Certamente e non perché i disegni fanno scompisciare dalle risate (davvero, l’illustratrice ha tutta la mia stima 😉 ) ma perché sono proprio pillole di scienza divertente.

La nanna è facile, la pappa è facile… Qualche genitore potrebbe obiettare che questi aspetti dell’accudimento del bebè non sono affatto facili!
GIORGIA I titoli scelti per questa serie in effetti potrebbero far innervosire qualche genitore in difficoltà. Ma dietro questa scelta c’è un forte desiderio di incoraggiare, di ricordare che l’allattamento, la pappa, la nanna, con le informazioni corrette e lo spirito giusto possono davvero essere facili. Non solo, possono rivelarsi tappe emozionanti ed arricchenti della crescita, per il bambino, ma anche per i suoi genitori che giorno dopo giorno crescono insieme a lui.
MARIA FRANCESCA Beh, se li avessimo intitolati “La pappa è un incubo!” “Neogenitori siete folli!” non credo che sarebbero stati molto di incoraggiamento, no? A volte basta solo leggere che qualcosa può davvero essere facile (e in questo caso, poi, ci sono anche un sacco di utili consigli volti a rendere facile l’argomento per davvero) per sentirsi motivati e meno ansiosi.

Prossimi titoli della collana?
GIORGIA e MARIA FRANCESCA Gli argomenti in cantiere sono numerosi: portare i bimbi, il vasino, l’arrivo del fratellino, ma nell’immediato ci piacerebbe dedicare un titolo ai futuri e neopapà, preziosi compagni della donna nell’incredibile, faticosa, meravigliosa esperienza della genitorialità


Potrebbero interessarti anche

Una replica a “Latte materno, sonno, alimentazione del bambino e primi mesi…in pillole”

  1. Latte materno, sonno, alimentazione del bambino e primi mesi…in pillole | CookingPlanet scrive:

    […] Latte materno, sonno, alimentazione del bambino e primi mesi…in pillole […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.