I papà sostengono l’allattamento al seno

Alcuni giorni fa davamo la notizia che FINALMENTE, grazie alla presa di posizione ufficiale del Ministero della Salute, l’allattamento al seno prolungato oltre i primi mesi è ok, per la salute fisica ed emotiva di mamma e bambino.

Dati scientifici alla mano non dovremo più sentirci in colpa e criticate se continuiamo ad allattare i nostri cuccioli dopo l’anno! Un bel passo avanti che speriamo contribuisca in modo definitivo a cambiare posizione – nella nostra cultura e nel mondo occidentale – nei confronti di una prassi tanto naturale.

Noi lo avevamo già espresso con il bellissimo testo di Paola Negri, Sapore di mamma, ma sappiamo quanto siano difficili da sradicare certi pregiudizi, alimentati troppo spesso proprio dagli stessi operatori nel settore materno-infantile: pediatri, psicologi, puericultori…E quanto difficile risulti, ancora oggi, avviarlo, l’allattamento!

Facendo leva sulle insicurezze delle mamme, spesso si fa loro credere di non avere abbastanza latte (quando invece tutte le mamme hanno il latte, salvo rarissime eccezioni) o le si invita ad abbandonare l’allattamento perché troppo stancante, perché tanto anche con il latte artificiale i bambini crescono bene…Insomma, quasi mai nessuno che incoraggi le neomamme dicendo loro che allattare è facile (oltre che un dono per tutta la vita) e che quando non lo è si può chiedere aiuto e sostegno a persone competenti!

Invece c’è molta solitudine, molto giudizio, molto pre-giudizio! E questo non fa che alimentare i sensi di colpa da ambo le parti: tra le mamme che avrebbero voluto, ma che senza aiuto non sono riuscite a nutrire il loro piccino al seno (“ecco, ci sono riuscite tutte…tranne me!“), quelle che – al contrario – allattano felicemente, lo vogliono fare anche dopo i 6 mesi, addirittura dopo l’anno di età, infine le “allattone” che OSANO farlo in pubblico, in ogni occasione, senza pudori e senza difficoltà.

Perché anche questo aspetto nella nostra società è poco accettato: l’allattamento in pubblico. Quante volte abbiamo letto di madri allontanate da bar, ristoranti, persino alberghi, perché “sfidavano la pubblica decenza” con il seno al vento! Donne che stavano semplicemente nutrendo il loro neonato o bambino grandicello, e che si sono sentite criticare, umiliare, condannare per via di un gesto tanto naturale eppure tanto osteggiato

C’è ancora tanto lavoro da fare, sul fronte culturale, per rimettere le cose al loro posto. E in tal senso è proprio di questi giorni un simpatico video realizzato da un papà, che coinvolge tanti papà nell’atto (ovviamente mimato) di allattare!

Si tratta di una campagna di sensibilizzazione sull’allattamento in pubblico, il Project Breastfeeding, che ha voluto come protagonisti padri e compagni di vita proprio perché – come dice lo stesso autore delle foto e del progetto – sostenere la propria compagna – madre del proprio bambino – può fare di un uomo e di un padre un uomo e padre migliori.

E lo slogan è già di per sé molto eloquenti: If I could, I would – se potessi, lo farei…

Noi vogliamo proportelo, questo video, che secondo noi ha colto nel segno. Forse una piccola goccia in un mare (quello dell’allattamento al seno, e in pubblico in special modo) ancora troppo tempestoso, ma goccia dopo goccia…

Tu che ne pensi?

(Project Breastfeeding Promo by Kalimana.com from Kalli Pavon on Vimeo.)


Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.