Educare il bambino, la pedagogia per una meravigliosa infanzia a Roma

Come educare un bambino? Quale pedagogia applicare? La risposta è quasi sempre…un metodo.

Un metodo che preveda regole, prescrizioni, punti chiari e fermi, spesso proposto dall’esperto di turno. Una lista di comportamenti uguale per tutti i genitori e i bambini, che assicura il miglior risultato – che poi è quello più confacente agli adulti…

E come ottenere il miglior risultato (ossia un bambino “educato”)? Con fermezza, regole, senza disdegnare premi e punizioni – magari ogni tanto una sculacciata, che “non ha mai fatto male a nessuno”…

Perché si sa: il bambino è un essere da raddrizzare, furbo, manipolatore di natura…capriccioso, viziato!

Vi sembra strano? Eppure è questa la pedagogia più gettonata e applicata…La cosiddetta “pedagogia nera“, quella che non ama i bambini, quella che rispetta le esigenze degli adulti, quella alla Estivill e alla Tata Lucia – per intenderci – e che affonda le proprie radici nei precetti freudiani

Nessuno come Freud ha parlato del bambino in termini tanto abominevoli e inaccettabili: cattivo, manipolatore, spinto da meri istinti sessuali (rivolti a mamma e papà), e mi fermo qui…Da non crederci, vero? Anni luce dalla contemporanea Maria Montessori, che con i bambini ha lavorato DAVVERO, scoprendone e rivelandone la reale, meravigliosa natura.

Vuoi saperne di più? Lunedì 5 maggio Alessandro Costantini, autore di Meravigliosa infanzia, presenterà il suo testo a Roma, alle 19.30, presso Spazio Interiore – Via Vincenzo Coronelli 46.

Una ottima occasione per parlare un’educazione davvero rispettosa del bambino e della sua naturale indole.


Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.