I fiori di Bach per il bambino in ospedale

Mi ha scritto recentemente una mamma preoccupata per il suo bimbo che deve affrontare un intervento chirurgico, voleva sapere se i fiori di Bach possono essergli d’aiuto per affrontare più serenamente l’evento.

La risposta è: assolutamente sì! E aggiungo che possono essere di aiuto anche alla mamma!

La miscela da utilizzare è la stessa sia per la mamma che per il bimbo e può essere assunta anche da un adulto che deve affrontare una simile evenienza.

Si basa sull’utilizzo del rimedio emergenza Rescue Remedy a cui vanno aggiunti altri rimedi.
Per chi ancora non lo conosce, “il Rescue” è una miscela già pronta composta da cinque fiori di Bach: Impatiens, Cherry Plum, Clematis, Rock Rose E Star of Bethlehem. Queste essenze creano una sinergia speciale per affrontare al meglio qualunque situazione di emergenza fisica o psichica.

Il protocollo che vi propongo mi è stato indicato da un medico spagnolo, il Dott. Orozco, che è uno dei massimi esperti in fiori di Bach.
L’ho prescritto spesso ai miei piccoli e grandi clienti, prima di un intervento chirurgico, e i risultati sono stati ottimi sia in termini di maggior serenità nell’affrontare la circostanza traumatica, sia per quanto riguarda la rapidità della ripresa successiva.

L’assunzione dei fiori di Bach si suddivide in due fasi.

Prima dell’intervento
In un flacone da 30 ml riempito di acqua, vanno aggiunti:
4 gocce di Rescue Remedy
2 gocce di Elm per aiutare a contenere lo stress
2 gocce di Sweet Chestnut per l’angoscia
2 gocce di Walnut per migliorare le capacità di adattamento
Si può cominciare a prenderlo 3 giorni prima dell’intervento, 4 gocce ogni 2 ore (8 volte al giorno)

Dopo l’intervento

In un flacone da 30 ml riempito di acqua, vanno aggiunti:
4 gocce di Rescue Remedy
2 gocce di Walnut per migliorare le capacità di adattamento
2 gocce di Hornbeam per ricominciare e recuperare le forze
Di solito è sufficiente assumerne 4 gocce, 8 volte al giorno, ma si può aumentare la frequenza (non il numero di gocce, perchè trattandosi di un rimedio vibrazionale è inutile), secondo le proprie necessità.

Per qualunque dubbio o chiarimento, scrivetemi!

Beatrice Castelli


Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.