Portare i piccoli con la fascia ad anelli

Oggi vediamo come portare i piccoli con la fascia ad anelli, così chiamata perché composta da un telo di circa due metri con due anelli per la regolazione.

E’ consigliabile utilizzarla a partire dai 3 mesi del bambino o comunque da quando il bimbo può reggere la testa, e può essere impiegata per portare davanti o sul fianco.
Le posizioni sconsigliate sono quella a culla, poiché la testa del bambino non viene sorretta e quindi può causare problemi alle vie respiratorie, e quella sulla schiena, poiché la fascia non risulta sufficientemente sicura: infatti per portare in sicurezza in questa posizione è importante che vi sia un incrocio di tessuto sotto il sederino del bambino, cosa che con la fascia ad anelli non è possibile avere.

Una buona ring è larga almeno 70 cm e lunga dai 170 ai 200. Come per tutti i supporti se viene utilizzato un buon tessuto a tramatura diagonale viene garantito un miglior comfort.

Meglio evitare l’acquisto di fasce ad anelli imbottite o con coda chiusa poichè queste non rendono possibile la massima regolazione: una fascia ad anelli con coda aperta e senza imbottiture permette di regolare meglio il tessuto sul bambino, poiché si riescono a controllare meglio gli orli del supporto. L’orlo superiore gestisce la distanza del bimbo dal nostro corpo, quello inferiore la seduta del bambino.

Una buona ring deve garantire la posizione divaricata seduta del portato e che le ginocchia siano più in alto del sederino (posizione a M) in modo che il peso non venga scaricato sui genitali.

Gli anelli giocano un ruolo molto importante: infatti il materiale con il quale sono costruiti deve permette di far scorrere bene il tessuto e non creare frizione durante questa manovra; una volta indossato correttamente il supporto, questi devono essere tra la spalla e la clavicola e non sul seno.

Ricordiamo che il bambino deve essere portato sopra l’ombelico di chi porta e non sotto; questo per scaricare meglio il peso sul corpo del genitore.

Il tessuto deve essere ben aperto sulla schiena del bambino e ben teso, in modo che il bimbo venga sorretto senza che chi porta debba aiutarsi con il braccio.

La fascia ad anelli è un supporto veloce e comodo durante la fase della “base sicura e sperimentazione continua”, ovvero quando il piccolo inizia i sali scendi o per spostamenti veloci di chi porta: ricordiamoci però che è un supporto che scarica il peso solo su una spalla e quindi meno indicato per essere utilizzata per molte ore.

Ed ecco come utilizzare la ring (vai al minuto 1:08:27 – Sarah Cinquini e la fascia ad anello)!

Auguro come sempre un buon portare a tutti!

Sarah Cinquini


Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.