Il parto in casa è sicuro per mamma e bambino

Nel più vasto studio sul parto in casa finora mai condotto, il 97% dei neonati è nato a termine con interventi minimi durante il travaglio e la fase espulsiva.
Di Lynn Griffith – 9 settembre 2014

(TRFW News) Il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie statunitense riferisce che negli Stati Uniti le nascite in casa sono in aumento (3). Molte famiglie si preoccupano della sicurezza e scelgono l’ospedale nel timore che possa presentarsi qualche emergenza.

Uno studio esamina 16.924 parti in casa con assistenza ostetrica e ne conferma la sicurezza per la salute di madre e bambino.

Uno studio del 2014, che ha esaminato quasi 17.000 gravidanze assistite da ostetriche, conferma che, fra le donne a basso rischio, i parti in casa si attestano su un tasso minimo di interventi senza aumento di esiti avversi, sia per la madre sia per il bambino (4).

I risultati dello studio confermano la sicurezza e i benefici per la salute di madri e bambini a basso rischio e affermano che le ostetriche forniscono un’assistenza eccellente in ogni fase del parto. Il tasso dei cesarei si attesta sul 5,2% per le nascite in casa assistite da ostetriche, mentre la media nazionale negli Stati Uniti è del 31%(1).

Alle madri che partoriscono in casa sono evitati tutta una serie di interventi non necessari durante il travaglio. Alcuni potrebbero rivelarsi necessari ma gli studi dimostrano con sempre maggior evidenza che molti interventi sono invece abusati, mancano di un sostegno scientifico a dimostrazione del loro effetto benefico e determinano rischi aggiuntivi. Le ostetriche hanno dimostrato di eccellere in termini di prudenza e giudizio nella scelta degli interventi da praticare e il risultato è negli esiti molto più favorevoli per la salute di madri e bambini, nonchè in una più rapida ripresa di entrambi dopo il parto. Lo studio riferisce una minore incidenza di episiotomie, somministrazione di ossitocina sintetica e anestesie epidurali (2).

Il 97% delle gravidanze di bambini nati in casa sono state portate a termine e solo l’ 1% dei bambini è stato trasferito in ospedale dopo la nascita.

I risultati più significativi dello studio sono quelli per cui il 97% dei bambini è nato a pieno termine, con un peso medio alla nascita di 3,63kg; alla visita di controllo dopo sei settimane il 98% era allattato e solo l’1% è stato trasferito in ospedale dopo la nascita (1).

Studi precedenti si erano affidati ai dati riportati nei certificati di nascita, lo studio attuale ha utilizzato invece la banca dati del MANA (Midwives Alliance of North America – importante associazione di ostetriche nordamericane), potendo quindi accedere a una maggiore quantità di informazioni. L’importanza di questo studio è nel permettere ai responsabili della politica di comprendere la necessità di legalizzare le nascite in casa anche in quegli Stati che ancora non l’hanno fatto. I complessi ospedalieri sovraccarichi hanno un costo sempre maggiore per i cittadini, le compagnie di assicurazione e i sistemi governativi (4).

I dati utilizzati riguardano sia i parti avvenuti in casa, sia i trasferimenti in ospedale (2). Con sempre maggior evidenza è possibile affermare che il parto in casa per le madri a basso rischio rappresenta un risparmio economico e un guadagno per la salute che si ripercuote ben oltre il termine della gravidanza.

Fonti:
(1) onlinelibrary.wiley.com
(2) www.cfmidwifery.org
(3) www.cdc.gov
(4) mana.org

Traduzione dall’inglese di Michela Orazzini

tratto da news.therawfoodworld.com


Potrebbero interessarti anche

2 risposte a “Il parto in casa è sicuro per mamma e bambino”

  1. Pillabi scrive:

    qui c’è un’analisi un po’ più dettagliata dei dati forniti dal MANA:
    http://www.skepticalob.com/2014/01/the-many-deceptions-large-and-small-in-the-new-mana-statistics-paper.html

  2. Uno scrive:

    è bello che qualcuno parli anche delle evidenze! finalmente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.