Parto naturale e rispettoso di mamma e bambino, salviamo la maternità di Vipiteno!

Pochi giorni fa abbiamo ricevuto a Redazione web un appello accorato da parte di una mamma allarmata per la decisione di chiudere il reparto maternità dell’ospedale di Vipiteno, un fiore all’occhiello nazionale in quanto a parto naturale e rispettoso della coppia mamma-bambino.

Non potevamo non accogliere la richiesta di aiuto di questa amica, riproponendo la sua lettera a tutti i nostri lettori, affinché i tagli alla sanità pubblica non facciano scomparire eccellenze di cui le famiglie italiane hanno davvero bisogno.

“Sono una “vecchia amica” di Bambino Naturale, mamma di due bimbi splendidi in lieta attesa del terzo.

Dopo tanti anni di attenta lettura dei vostri articoli e libri (che mi sono stati davvero utili in momenti molto delicati e che ho amato tantissimo) sono qui per chiedere il vostro aiuto in merito ad una questione che, conoscendovi, di certo vi starà a cuore.

Ho appreso ieri sera, 23/10/2014, dal TG3 regionale del Trentino Alto Adige, che le amministrazioni locali sarebbero intenzionate a chiudere
il Reparto Maternità dell’ospedale di Vipiteno (BZ) a favore di un unico e più grande polo altoatesino a Silandro.

Vipiteno è uno dei fiori all’occhiello dei punti nascita in tutta Italia, io ci ho partorito la mia secondogenita (dopo una prima terribile esperienza in un notissimo ospedale piemontese), e vi assicuro che ho vissuto un’esperienza meravigliosa sia dal punto di vista assistenziale che sul piano umano: ginecologi e pediatri estremamente preparati e attenti, ostetriche scrupolose e capaci e assolutamente rispettose dell’evento nascita e non invadenti, infermiere pediatriche dolci e scrupolose, disponibili a dare una mano anche nel cuore della notte e sempre con il sorriso.
Le stanze erano al massimo da due posti letto con una camera matrimoniale per le neo famiglie, in cui anche il papà (troppo spesso messo in disparte) era invitato a rimanere a godersi la prima notte di vita del suo piccolo.
Ho estremamente apprezzato la massima attenzione riservata all’allattamento naturale, alle cure neonatali e al bonding genitori-figlio, il tutto accompagnato da preziosissimi consigli pratici (tutti improntati su ecologia e riuso in famiglia) e da infinita pazienza.

E poi brevi lezioni di portage, ampio utilizzo di omeopatia, fitoterapia, cromoterapia e aromaterapia, senza tuttavia trascurare la medicina tradizionale dove necessario.
Addirittura il menù (così importante per le neo mamme) era estremamente curato con un’ampia scelta tra tre tipologie: normale, light e vegetariano…tutto ottimo e servito con cordialità, perché dove il circolo è virtuoso a tutti viene naturale agire per il bene comune (ricordo con simpatia addirittura la signora addetta alle pulizie).

Con mio grande stupore, durante la mia permanenza ho avuto modo di incontrare altre famiglie non autoctone, ma anzi, venute da lontano proprio come noi (ad esempio dal Veneto e dalla Liguria), tutte concordi nell’affermare che, nonostante i moltissimi chilometri, ne era
valsa davvero la pena.
Pochi mesi fa è stato addirittura dedicato a questa “mosca bianca” uno speciale televisivo sulle reti nazionali.

Allora caro Bambino Naturale, questa volta ti chiedo un aiuto personale, ti chiedo di aiutare me e moltissime altre mamme che hanno a cuore questa causa, a dare voce all’appello contro la chiusura del Reparto di Maternità di Vipiteno, perché un giorno anche le nostre bambine possano avere la possibilità di dare alla luce i loro figli in un ambiente confortevole, amico e alla portata di tutti…Perché, e lo ricordo sempre volentieri, si tratta di un ospedale assolutamente pubblico.

Purtroppo sentiamo spesso parlare di cattiva sanità…Allora perché permettere che venga chiuso questo punto nascita di eccellenza da cui
abbiamo tutti molto da imparare?

Grazie

Elisabetta Trentini


Potrebbero interessarti anche

3 risposte a “Parto naturale e rispettoso di mamma e bambino, salviamo la maternità di Vipiteno!”

  1. Giulia scrive:

    Sono in attesa di poter partorire la nostra seconda creatura in questo ospedale e sarebbe davvero un peccato immenso la sua chiusura. Qualcun altro ha intenzione di accogliere l’appello per tenerlo in vita? possiamo fare una raccolta firme assieme?

  2. Pia scrive:

    Esiste giá una raccolta firme (http://www.petitionen24.com/schlieung_der_geburtenstationen_schlanders_sterzing_innichen) in lingua tedescha 🙂 Potete firmare qui se volete 🙂

  3. Jessica scrive:

    Ma quali sarebbero i motivi della chiusura? 🙁 E’ già stata organizzata una raccolta firme in lingua italiana per agevolare chi vuole offrire il suo supporto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.