Salute dei bambini e malattie infettive

Le malattie infettive ben curate sono benefiche per la salute dei bambini.

Quando le malattie infettive tipiche dell’infanzia non sono trattate somministrando antibiotici o antipiretici rappresentano delle pietre miliari dal punto di vista della crescita e dello sviluppo, e favoriscono la preparazione e la maturazione del sistema immunitario.

Contrarre il morbillo, non solo determina un’immunità specifica al virus del morbillo per tutto il resto della vita, ma crea anche un’immunità a lungo termine non specifica alle malattie degenerative di ossa e cartilagini, alle dermatiti seborroiche, a malattie immunoreattive e persino a certi tipi di tumore, così come dimostrato da Ronne (1985).

Contrarre il morbillo rappresenta una protezione contro il cancro alle ovaie secondo West (1969).

Sono questi gli ambiti in cui la ricerca dovrebbe lavorare e i risultati a cui prestare la massima attenzione, anziché tentare l’impossibile: eradicare il virus.

Trattare le malattie infantili con saggezza e buon senso comune.

Il vasto gruppo di medici svizzeri che ha formato un comitato di lavoro per mettere in discussione la politica del Dipartimento svizzero della salute in merito alla vaccinazione di massa con il vaccino anti morbillo, parotite e rosolia, scrisse che presso la Clinica pediatrica universitaria di Basilea le infezioni artificiali con il virus del morbillo erano state utilizzate con successo fino al 1969 nel trattamento della sindrome nefrosica (Albonico et al. 1990).

Il morbillo come prevenzione di asma e allergie.

Come mostrato da Shaheen et al. (1996), persino nei Paesi in via di sviluppo contrarre il morbillo può apportare dei benefici: previene la dermatite atopica: “dopo aver dato il giusto peso all’allattamento e ad altre variabili, il morbillo è stato associato a una notevole riduzione del rischio di positività del prick test dermatologico agli acari della polvere…17 (12,8%) dei 133 partecipanti che avevano avuto il morbillo erano atopici in confronto ai 33 (25,6%) dei 129 che erano stati vaccinati e non avevano contratto il morbillo.”

Alm et al. (1999) hanno scritto che l’incremento dei disturbi atopici nei bambini potrebbe essere associato ai mutamenti nel tipo di infezioni infantili, ai programmi di vaccinazione e alla microflora intestinale.

Hanno scoperto che nelle scuole steineriane svedesi “il 52% dei bambini aveva fatto uso di antibiotici in passato, in confronto al 90% delle scuole di controllo…il 18% e il 93% dei bambini rispettivamente era stato sottoposto a immunizzazione combinata contro morbillo, parotite e rosolia, e il 61% dei bambini nelle scuole steineriane aveva contratto il morbillo.”

“vegetali fermentati, contenenti lattobacilli vivi, erano consumati dal 63% dei bambini steineriani e dal 4,5% di quelli nelle scuole di controllo…i prick test sulla pelle e le analisi del sangue mostravano che i bambini steineriani avevano una minore incidenza di dermatite atopica rispetto ai bambini nelle scuole di controllo.”

Virus ricombinati utilizzati nella terapia anticancro.

Carmona Mota (1973) ha descritto una remissione di morbo di Hodgkin infantile dopo l’infezione da morbillo contratta per vie naturali. “Un maschio caucasico di 23 mesi era stato visitato per la prima volta nell’aprile del 1970 e mostrava una grossa massa a livello del collo dovuta a ipertrofia dei linfonodi cervicali sinistri. Prima di poter iniziare la radioterapia il bambino aveva contratto il morbillo e con nostra grande sorpresa la grossa massa cervicale era sparita senza bisogno di terapie.”

Molti altri hanno iniziato a fare ricerca e a scrivere sugli effetti oncolitici (ossia di distruzione del cancro) del virus del morbillo.

Msaouel et al. (2009) hanno condotto una sperimentazione clinica con ceppi oncolitici ricombinati del morbillo nel trattamento del cancro. Sebbene il virus utilizzato fosse del tipo vaccinico, la ricerca fu fatta in vitro e il virus fu iniettato direttamente nel tumore. Gli autori hanno scritto:”E’degno di nota il fatto che un numero di ceppi virali, inclusi alcuni derivati dal virus attenuato Edmonston del morbillo, utilizzato per il vaccino, abbiano dimostrato una propensità a infettare, propagarsi e distruggere di preferenza il tessuto canceroso.”

La ragione dell’utilizzo di virus modificati è dovuta alla “preoccupazione circa la possibilità che le tipologie selvagge del virus causassero seri effetti collaterali, nonché alle limitazioni tecniche nel creare lotti virali con alto grado di purezza per fini clinici, così come al travolgente entusiasmo e all’allora nascente approccio chemioterapico, che ha rallentato la ricerca sulle strategie alternative.”

Si potrebbe a ragione dedurre che ci furono anche motivi politici nella scelta di utilizzare per la sperimentazione un ceppo ricombinato vaccinico del virus del morbillo anziché la sua versione selvaggia. La domanda successiva, infatti, sarebbe stata, perché non lasciare semplicemente che i bambini prendano il morbillo per via naturale raggiungendo così un’immunità a lungo termine non specifica per una serie di tumori?

I pericoli dell’interferenza medica nel trattamento delle malattie.

È sconcertante il fatto che, così come in passato, ancora oggi i medici continuino a sopprimere la febbre senza tregua e a somministrare antibiotici come prassi consueta, ignorando la ben documentata ricerca scientifica e la letteratura medica che ha dimostrato come la somministrazione di antipiretici e antibiotici (e altre medicine) incoraggi la crescita e la generale capacità di sopravvivenza degli agenti patogeni, la loro abilità di sviluppare resistenza ai rimedi e quindi una maggiore virulenza (Mackowlak – 1981).

(L’articolo della Dr.ssa Viera Scheibner è interessante soprattutto per la molteplicità degli spunti di riflessione che offre e l’incitamento a operare una scelta il più possibile informata quanto si tratta di interventi medici di rilievo come le vaccinazioni o l’uso di alcuni medicinali. Il morbillo è spesso temuto per alcune gravi complicanze e credo sia importante ricordare quanto conti lo stato generale di salute in cui si trovano i nostri bambini quando devono affrontare una malattia, qualunque essa sia. Un organismo sano e ben nutrito in partenza è sempre la migliore garanzia di un esito positivo, soprattutto nel caso di malattie infettive, ndt).

Traduzione dall’inglese di Michela Orazzini

tratto da www.vaccinationcouncil.org [“Vaccino antimorbillo, seconda parte: I benefici del morbillo”. Dr.ssa Viera Scheibner (PhD) – 18 gennaio 2013]

Bibliografia essenziale
Ronne T. 1985. Measles virus infection without rash in childhood is related to diseases in adult life. Lancet; 5 Jan: 1-5.
West RO. 1966. Epidemiologic studies of malignancies of the ovaries. Cancer; 1001-1007.
Albonico H et al 1990. Vaccination campaign against measles, mumps and rubella, A constraining project for a dubious future? Working group of doctors for selective MMR vaccination.18 pages, self-published.
Sheheen et al. 1996. Measles and atopy in Guinea-Bissau. Lancet; 347: 1792-1796.
Alm et al. (1999). Atopy in children of families with an anthroposophic lifestyle. Lancet; 353: 1485-1488.
Carmon Mota H. 1973. Infantile Hodgkins’disease: remission after measles. BMJ; 19May: 423.
Msaouel P, et al. 2009. Clinical testing of engineered oncolytic measles virus strains in the treatment of cancer: An overview. Curr Opin Mol Ther; February; 11(1): 43-53.
Mackowiak PA. 1981. Direct effects of hyperthermia on pathogenic microorganisms: teleologic implications with regard to fever. Rev Infect Dis; 3(3).
Koprowski H. 1962. The role of hyperergy in measles encephalitis. Am J Dis Child; 103:103-108.
– See more at: http://www.vaccinationcouncil.org/2013/01/29/measles-vaccines-part-ii-benefits-of-contracting-measles-by-dr-viera-scheibner-phd/#sthash.NIVx7oXP.dpuf


Potrebbero interessarti anche

Una replica a “Salute dei bambini e malattie infettive”

  1. andrea scrive:

    Ancora un grazie per questi davvero interessanti articoli, siete davvero bravi.
    GRAZIE GRAZIE GRAZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.