Portare i bambini con il marsupio ergonomico

Il marsupio ergonomico è un pannello di tessuto largo circa 30 centimetri allacciato tramite bretelle e cinghie, che consente di portare i piccoli davanti, dietro e fianco (il fianco risulta poco confortevole). I marsupi tradizionali, invece, non avendo un pannello sufficientemente largo, fanno scaricare il peso del bambino sui genitali e non consentono la posizione divaricata seduta.

Si può utilizzare dopo i 4/6 mesi (da quando il bambino divarica autonomamente bene le gambe, l’incavo del ginocchio deve arrivare al pannello) fino alla fine del periodo portato.
E’ sconsigliato utilizzarlo con il riduttore perché non possiamo sapere se il peso del bambino venga in realtà scaricato sui piedi, il bambino rimane staccato dal corpo del genitore e manca il sostegno al capo.

Eccoci giunti al supporto spesso più gettonato dai papà perché viene giustamente visto come più semplice da indossare, ma attenzione: ricordiamoci che potrà essere utilizzato come spiegato sopra a partire dai 4/6 mesi circa. L’unico supporto ergonomico fin dalla nascita è la fascia lunga o elastica.
E’ un supporto che spesso viene in aiuto durante la fase dei “sali scendi” quando ci si trova in situazioni particolari come le giornate di pioggia. In realtà delle buone legature con la fascia lunga pre-annodate (prima lego e poi inserisco il bambino, quindi posso togliere e mettere il piccolo senza disfare la legatura) ci possono salvare in queste situazioni, ma va da sé che spesso ci piace sperimentare diversi supporti.
E’ un’ottima alternativa ergonomica allo zaino da montagna. In quest’ultimo infatti il bambino si trova seduto staccato dal corpo del genitore, mentre con il marsupio ergonomico il baricentro diventa unico e soprattutto non dobbiamo sopportare il peso della struttura di metallo. Il piccolo si trova in posizione divaricata seduta e scarica il peso sul suo sederino.

Mi piace però ricordare che le mie camminate più impegnative sui ghiacciai della Valle D’Aosta le ho fatte con la mia fidata compagna…la fascia lunga perché, a mio parere, questa garantisce il massimo confort, non si avvertono tensioni se indossata correttamente.

Utilizzando il marsupio ergonomico invece spesso sentivo tensioni sulla zona delle bretelle e sui fianchi: infatti la cinghia ventrale deve essere allacciata a livello della classica cintura, il bambino quindi si trova più in basso rispetto alle legature con la fascia lunga.
Penso, come sempre, che di un supporto sia importante conoscerei limiti e le potenzialità per poter fare un acquisto consapevole.

Sarah Cinquini

(Immagine da www.niniyamumu.it)


Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.