Bambini a scuola, inserimento con i fiori di Bach

Anche se ormai in tutta Italia è ripreso l’anno scolastico, non è mai troppo tardi per utilizzare i Fiori di Bach per aiutare i bambini a scuola, facilitando l’inserimento di chi sta vivendo con troppa ansia questa fase così importante della crescita.
La preoccupazione per l’ingresso in un mondo nuovo e sconosciuto è del tutto normale, a volte però le difficoltà iniziali persistono e trasformano l’attività scolastica in un vero e proprio incubo che può addirittura condizionare tutto il successivo iter scolastico del bambino.

Vediamo quali sono i Fiori di Bach più utili per sostenere quei bambini che vivono la scuola con disagio.

Walnut: E’ il rimedio di Bach che non deve mai mancare mai nelle miscele dei bambini che stanno affrontando una nuova tappa evolutiva. E’ il fiore di tutti i momenti di passaggio, utile per facilitare qualunque tipo di cambiamento: dentizione, svezzamento, primo giorno di scuola, arrivo di un fratellino, trasloco, ecc.
Inoltre, il noce ha anche l’effetto di proteggere dalle influenze esterne, per cui è utile per i bambini che soffrono le condizioni di determinati ambienti, ad esempio per coloro che non tollerano di mangiare alla mensa scolastica perché troppo caotica e rumorosa.

Parola chiave: adattamento, protezione

Red Chestnut: E’ indicato, insieme a Walnut, in tutte le difficoltà di separazione. Permette di tagliare il “cordone ombelicale”. A tale scopo sarebbe opportuno che venisse assunto sia dalla mamma che dal bambino. Red Chestnut permette di sviluppare autonomia e indipendenza.

Parola chiave: distacco

Mimulus: E‘ utile per tutti quei bimbi timidi e ipersensibili che temono in particolare il fatto di trovarsi in un ambiente nuovo e sconosciuto. Questo fiore infonde coraggio e facilita la socializzazione con i coetanei. Il rimedio aiuta anche a prevenire la tensione e il mal di pancia di origine nervosa. Mimulus è indicato in tutti i casi di fobia scolastica.

Parola chiave: coraggio

Honeysuckle: Il rimedio per la nostalgia permette di attenuare il dispiacere per la lontananza dalla mamma. E’ utile anche quando il bambino soffre per il cambio di maestra, oppure per un amichetto che ha cambiato scuola.

Parola chiave: superamento del passato

Chicory: è il rimedio adatto ai bambini supercoccoloni che non si staccherebbero mai dalle loro mamme e che necessitano di un continuo contatto fisico. La sua assunzione facilita il distacco e a sentire l’affetto della mamma anche in sua assenza. Chicory è indicato anche per le mamme troppo ansiose e possessive che non riescono, a loro volta, a staccarsi dai loro bimbi perché temono che non riusciranno a fare a meno di loro.

Parola chiave: amore senza se e senza ma, attaccamento

Larch: ecco un altro rimedio tra i più usati con i bambini che vivono qualche difficoltà. Si tratta del Larice, da usare quando dietro la paura della scuola c’è una scarsa fiducia nelle proprie capacità. E’ di fondamentale importanza perché la convinzione di non essere in grado di affrontare le prove scolastiche può comportare un vero e proprio blocco ed essere l’origine di una apparente scarsa motivazione e impegno.

Parole chiave: capacità

Da ultimo, cito il sempre utile Rescue Remedy, il rimedio di emergenza dei Fiori di Bach. E’ indicato da usare come primo soccorso e per un breve periodo, in attesa di una terapia più specifica, se le difficoltà scolastiche sono già sfociate in disturbi psicosomatici, problemi del sonno, pianti e grande angoscia.

Ricordo le modalità di assunzione: 2 gocce di ogni rimedio in una boccetta con contagocce da 30 ml riempita di acqua minerale.
La posologia è di 4 gocce di questa miscela, 4 volte al dì.

Beatrice Castelli


Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.