SOS Mamma: svezzamento, quando non vuole mangiare

Domanda: “Il mio bambino non vuole mangiare! Ha 7 mesi, da qualche settimana ho iniziato lo  svezzamento secondo le indicazioni del pediatra, ma il mio bimbo non ne vuole sapere di mangiare la pappa. Mettersi a tavola è diventato un incubo, lui cerca solo e soltanto il mio latte, e rifiuta crema di cereali, omogeneizzato, brodo, frutta. Non so più cosa fare, mi aiutate?”

Quanta angoscia nell’appello di questa mamma, alle prese con una delle tappe più “sudate” della crescita di un bambino.

Passare dal latte materno ai primi cibi solidi non è sempre una passeggiata, anzi: la prospettiva del rifiuto del cibo crea molta ansia nelle madri che si apprestano ad affrontare lo svezzamento.

Purtroppo a volte accade che il passaggio dall’allattamento esclusivo alla pappa avvenga un po’ come la prescrizione di un farmaco: il pediatra fornisce alla mamma alcune fotocopie (a mo’ di “ricetta”) dove sono indicati orari dei pasti, quantità di liofilizzato/omogeneizzato/crema di cereali/ da introdurre, modalità di preparazione del brodo vegetale (tipo di verdure, quando e in che modo introdurle), tempistiche per il passaggio dalla “prima” alla “seconda pappa” ecc.

Non sempre è così, per carità, ma quando lo svezzamento è proposto e vissuto come schema rigido al quale il bambino di 6 mesi non si attiene con puntualità la mamma va in crisi!

Innanzitutto non è affatto sicuro che al compimento dei 6 mesi il bebè sia pronto per passare alle pappe. Ci sono bimbi interessati al cibo – e non mancano di dimostrarlo cercando con entusiasmo di acchiappare quello che mamma e papà mettono nel piatto! – e bimbi che si avvicinano “ai piaceri della tavola” più tardi: a 7, 8, anche 9 mesi.

Ti consigliamo di leggere il libro “Un mondo di Pappe”

chi l’ha detto che la pappa proposta nella “ricetta” uguale per tutti risulti gradita a ogni bimbo? C’è chi amerà da subito il brodo vegetale con la crema di riso, chi non ne vorrà sapere né ora né mai, per non parlare degli omogeneizzati…

Perché invece non provare ad avere fiducia nel bambino, nei suoi tempi, nei suoi gusti e nella volontà di imparare a mangiare “come i grandi” mettendolo a tavola con noi e proponendogli, piano piano e con pazienza, i piatti della mensa famigliare?

Stiamo parlando dell’autosvezzamento, una modalità di accompagnamento verso i cibi solidi e l’alimentazione degli adulti che fa pensare alle nostre nonne e bisnonne, ma che presenta diversi vantaggi rispetto allo svezzamento “tradizionale”.

  • Asseconda i bisogni del bambino, perché presuppone che mamma e papà osservino se il loro cucciolo è pronto a mangiare “da grande” o se è ancora presto.
  • Incoraggia l’intera famiglia a proporre menu sani per tutti – grandi e piccini.
  • Allontana l'”ansia da schema” uguale per tutti. Il bambino sceglie quello che desidera, se lo desidera, e decide lui i tempi del suo svezzamento.

Cara mamma in difficoltà con lo svezzamento del tuo piccino, è probabile che lui non sia ancora pronto per le prime pappe. Il fatto che a 7 mesi preferisca ancora il tuo latte non significa affatto che non mangerà mai come i grandi 🙂

Abbi fiducia in lui, nei suoi gusti e nei suoi tempi. Nessun bambino desidera lasciarsi morire di fame!

Piuttosto, cerca di non perdere la calma e di non vivere come un rifiuto personale i suoi “no” alla pappa. E’ comprensibile la frustrazione di veder lasciato nel piatto quanto preparato con amore e per il suo bene, ma mostrare disappunto, se non addirittura collera, o tristezza, rischia di trasformare il momento del pasto in una guerra di potere, e il cibo in strumento attraverso cui sfogare ansie o affermare la propria volontà.

Continua, invece, con fiducia e perseveranza a mettere a tavola con te il tuo bambino, proporre con un sorriso quanto preparato e a lasciagli il suo tempo per esplorare e assaggiare, senza temere che resti “a stomaco vuoto” e che non cresca. Il tuo latte è tutt’ora essenziale e importantissimo per il suo organismo, e continua a nutrirlo al meglio, anche ora che state passando all’alimentazione “da grandi”.

Torna a raccontarci come prosegue lo svezzamento del tuo bimbo! Intanto ti regaliamo qualche altro suggerimento.

Ti consigliamo alcune LETTURE sull’argomento:

La pappa è facile!: Come affrontare lo svezzamento del tuo bambino senza ansie e con il sorriso.

Un mondo di pappe: tante ricette semplici e gustose da tutto il mondo per proporre al tuo bambino piatti sempre diversi e per tutti i gusti.

Ti consigliamo alcuni ARTICOLI sull’argomento:

– Cibo e bambini, approccio empatico e niente metodi!

Alimentazione dei bambini e prime pappe

Bambino “capriccioso” a tavola: ascolto e rispetto

Anche per te le prime pappe sono state un problema? Hai voglia di dare un consiglio a questa mamma?


Potrebbero interessarti anche

Libri sull'argomento