SOS Mamma: Allattamento a termine. Quando la mamma è stanca

Domanda: Buongiorno. Avrei bisogno di un consiglio, mio figlio ha tre anni e io ancora lo allatto ma comincio ad essere un po’ stanca, sopratutto perché lui cerca il seno ancora un paio di volte durante la notte. Vorrei trovare un modo per farlo smettere o è meglio che decida lui quando farlo? C’è un libro che mi possa aiutare?

Quante richieste di aiuto simili a questa, arrivata come messaggio privato sulla nostra pagina facebook, riceviamo!

L’allattamento a termine è un’esperienza bella e appagante, ma è anche vero che molte mamme a un certo punto sentono di essere  stanche, e vorrebbero trovare il modo più dolce e rispettoso di accompagnare il loro bambino verso la fine di questo aspetto della loro relazione.

Cara amica, comprendiamo la tua stanchezza. L’allattamento, come dicevamo, è relazione e deve fare felici sia il bambino che la mamma. Il tuo bambino mi sembra abbastanza grandicello da comprendere che forse è venuto il momento per te, e per lui, di smettere pian piano di ciucciare.
Certo, in genere è consigliabile avere fiducia in lui e attendere che sia lui a decidere di interrompere l’allattamento, ma se una mamma è stanca?
Prova – con pazienza e amore – a dirgli che siete diventati grandi e che il latte pian piano sta andando via.
Se prende il seno soltanto la notte non dovrebbe essere difficile come se lo richiedesse più volte nell’arco della giornata. Inizia magari a dirgli – durante il giorno – che presto la “ciuccia” della nanna non ci sarà più perché il latte sta finendo, o perché siete diventati grandicelli.
E quando pensate di essere – tu e lui – pronti…Beh, non resta che provare – sempre con grande pazienza e accoglienza – a dire di no, MA proponendo un’alternativa: una storia, una coccola speciale…
Certo non possiamo darti una ricetta, se non appunto l’ascolto e l’amore per il tuo bambino. Guarda come reagisce. Se dovesse disperarsi, con pianti inconsolabilibeh, probabilmente non è ancora il momento. Ma almeno avete provato.
Questo non significa che non si svezzerà mai, ma solo che forse c’è da attendere ancora un pochino. Abbi fiducia in lui e vedrai che andrà tutto per il meglio.
Intanto perché non provi a parlare di questa tua esigenza con un’ostetrica? Oppure con una consulente per l’allattamento? Puoi rivolgerti alle consulenti della Leache League o alle IBCLC, o ancora alle peer counsellors. Di certo ti accompagneranno verso uno svezzamento dolce.
Intanto ecco alcuni suggerimenti.
Ti consigliamo queste LETTURE sull’argomento:
Sapore di mamma: l’allattamento oltre i primi mesi è un aspetto naturale e fisiologico dell’accudimento che la nostra cultura sta recuperando a poco a poco.
Un dono per tutta la vita: l’importanza dell’allattamento per la salute e il benessere psico-fisico del bambino, a breve e lungo termine.
Ti consigliamo questi ARTICOLI sull’argomento:
Anche tu ti stai chiedendo come concludere con dolcezza l’allattamento del tuo bambino? Cosa suggeriresti a questa mamma?

Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.