Allattamento al seno, e chi non ha allattato?

Le mamme dovrebbero coltivare quella che è da sempre una loro peculiarità:
la solidarietà femminile. La sorellanza.
Quando si uniscono, le madri sono una vera forza!
(da Latte di mamma… tutte tranne me!)

Siamo nel cuore della SAM, la Settimana dell’Allattamento al seno. Convegni, incontri, flashmob stanno animando centinaia di città dal nord al sud Italia. È bellissima questa partecipazione, questa voglia di far sentire la propria voce, di raccontare l’allattamento, di far capire alla comunità quanto sia importante per i bambini, per le mamme, per le famiglie e per l’intera società.
In questa settimana speciale mi permetto di rivolgere un pensiero oltre che alle mamme che allattano e hanno allattato, alle mamme che avrebbero voluto farlo ma per uno, cento, mille motivi diversi, non hanno potuto realizzare questo desiderio.
Dato che ogni madre desidera tutto il meglio per il proprio figlio, un allattamento abbandonato non è un piccolo incidente di percorso, qualcosa di facilmente superabile. Un allattamento che non ha funzionato, per molte donne, è un dispiacere che resta lì, incastrato tra mente e cuore, che fatica ad essere superato. E allora, oggi vorrei augurare Buona Settimana dell’Allattamento ad ogni donna che avrebbe voluto ma non ha allattato. Perché il suo desiderio di allattare la rende portavoce e testimone del valore e dell’importanza dell’allattamento.
Se hai da poco vissuto un allattamento difficile che è finito precocemente o se l’hai vissuto anni fa, ma ancora pesa… Buona Settimana dell’Allattamento. Uniamo le nostre forze perché siano sempre meno le donne e i bambini che vengono privati di questa esperienza. Ogni allattamento che non ha funzionato è una voce che si leva: ad oggi in Italia, troppe donne non ricevono le informazioni corrette che sono necessarie per nutrire al seno felicemente e ancora di più sono le donne che non possono contare su un adeguato sostegno.

Perché allattare è un gesto naturale sì, ma soprattutto all’inizio può servire un po’ di aiuto. E se l’aiuto non arriva, ma – al contrario – arrivano indicazioni sbagliate o commenti che scoraggiano la neomamma… Be’, tutto diventa molto difficile. A volte troppo difficile. A perderci sono le mamme e i bambini, purtroppo.

Ma ad aver mancato, ad aver fallito non sono loro. Sono tutti coloro che avrebbero dovuto aiutarli, ognuno nel proprio ruolo, e non sono stati capaci di farlo. Per ogni mamma che ripensa con tristezza al suo allattamento, molti devono fare un esame di coscienza.

Ecco perché la Settimana Mondiale dell’Allattamento è tanto preziosa. Serve una società amica dell’allattamento, per garantire ad ogni bambino il latte della mamma e a ogni mamma la gioia di allattare.

Buona SAM a tutte le donne, ma proprio a tutte!

Giorgia Cozza


Potrebbero interessarti anche

Libri sull'argomento