SOS Mamma: Togliere il pannolino, quando il bambino si “trattiene”

Domanda: Ciao! Sono la nonna di una bimba di quasi tre anni, in estate mia figlia le ha tolto il pannolino ed è stato un successo, ma purtroppo non è cosi semplice con le feci! Chiede spontaneamente di rimettere il pannolino nel momento del bisogno, ma non la fa lo stesso…Ha come paura e più si trattiene, più le fa male. Si contorce dal dolore anche se le feci sono morbide! Come affrontare il problema? Grazie.

Siamo felici di ricevere una richiesta d’aiuto da una nonna, che ci scrive per un problema piuttosto frequente nei bambini che hanno tolto o stanno togliendo il pannolino: trattenere le feci.

Innanzitutto, carissima nonna, come ben saprai per tua stessa esperienza, il percorso verso l’autonomia dal pannolino non è sempre lineare: dopo i primi successi capita che il bambino “torni indietro”, e di frequente capita proprio con la pupù.

I motivi possono essere diversi:

  • un episodio di stitichezza, durante il quale il bimbo ben ricorda la fatica – e il dolore – dell’evacuazione.
  • una malattia: malessere, febbre, dissenteria possono essere responsabili della “marcia indietro” del tuo bambino
  • cambiamenti: se nella vita del bimbo ci sono delle novità importanti (asilo, trasloco…) potrebbero presentarsi delle regressioni rispetto all’autonomia dal pannolino.

In genere si tratta di fasi transitorie, che richiedono molta pazienza da parte dell’adulto, e fiducia: tutti i bambini – presto o tardi – abbandonano definitivamente il pannolino, e sono ben felici di diventare “grandi”.

Arrabbiarsi non serve, è il bimbo stesso il primo a sentirsi orgoglioso di riuscire a fare i propri bisogni come mamma e papà. Non umiliamolo sgridandolo o – peggio – punendolo!

Nel caso della tua nipotina, cara nonna, se nulla di quanto suggerito in precedenza si è verificato nel percorso verso la definitiva autonomia dal pannolino, sarà bene – insieme a sua figlia e a suo genero – provare a indagare quale possa essere il motivo di questa difficoltà.

Come tu stessa suggerisci, la sensazione è che la bimba abbia “paura” di qualcosa…Perché dovrebbe contorcersi dal dolore se di fatto le feci non sono dure? Provate, con calma, magari con l’aiuto di un libriccino illustrato che parli proprio di vasino, o con un disegno, a capire cosa la “blocchi”.

Non scoraggiatevi e continuate ad avere fiducia in lei. Presto vedrete che dirà addio al pannolino proprio come fanno tutti i bambini!

Intanto ecco qualche altro suggerimento.

Ti consigliamo alcune LETTURE sull’argomento:

Via il pannolino! L’educazione al vasino in ottica naturale ed ecologica, rispettosa del bambino e dell’ambiente

Ti consigliamo alcuni ARTICOLI sull’argomento:

Educazione al vasino con qualche intoppo

Nell’educazione al vasino sono utili le ricompense? 

Vasino e influenza: e ora come si fa?

Anche tu hai avuto lo stesso problema? Come lo hai risolto?


Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.