Il massaggio interno

Quando facciamo un buon pranzo o un’ottima cena e ne siamo pieni e soddisfatti, capita di sentirsi tranquilli e rilassati quasi come se avessimo ricevuto un bel massaggio. Per quanto il parallelismo possa sembrare strano, essersi nutriti con gusto e avere la pancia piena è un modo per attivare nel nostro corpo il rilascio dell’ossitocina, proprio come lo è ricevere un bel massaggio.

 
L’interno del nostro corpo viene stimolato dall’atto di nutrirsi proprio come l’esterno viene stimolato dal tocco e questo accade grazie a una serie di connessioni esistenti tra la pelle, il sistema gastrointestinale e il sistema nervoso.

Pensate alla formazione dell’embrione: dopo che l’ovulo è stato fecondato le cellule iniziano velocemente a moltiplicarsi organizzandosi presto intorno a tre foglietti embrionali: ectoderma, mesoderma e endoderma. La pelle ha origine dall’ectoderma, proprio come l’apparato gastrointestinale e il sistema nervoso.

Alcuni sostengono che l’apparato digerente sia addirittura una sorta di continuazione, all’interno del corpo, della pelle; di certo esso svolge delle importanti funzioni endocrine (per la capacità di secernere ormoni ) ed è fortemente connesso al sistema nervoso (per la ricchezza delle funzioni simpatiche e parasimpatiche dei numerosi nervi che vi si trovano).
Esattamente come le fibre nervose della cute trasmettono informazioni attraverso il tocco, portando al cervello messaggi che stimolano il rilascio degli ormoni, i nervi che ricoprono il sistema gastrointestinale inviano messaggi grazie alle quantità di cibo che ricevono, indicando la quantità, il grado di acidità, la quantità di sale e le calorie ingerite.

Quando il cervello riceve le informazioni dall’apparato digerente, in particolare rispetto a quanto cibo è stato ingerito, dà il via al rilascio di un ormone digestivo chiamato colecocistochinina, il quale a sua volta attiva il nervo vago stimolando il rilascio dell’ossitocina.

Semplificando, questo significa che il massaggio interno effettuato dal cibo nel sistema gastrointestinale causa il rilascio dell’ossitocina nel cervello, esattamente come avviene quando è la pelle ad essere massaggiata.

Come ormai sappiamo bene, il rilascio dell’ossitocina nel corpo porta al rilassamento e al senso di benessere, oltre che all’attivazione di comportamenti relazionali e di accudimento. Quando la pancia è piena siamo più disponibili a parlare e a stare in relazione con gli altri (questo è il motivo, per esempio, per cui esistono i pranzi di lavoro!).

 
Per capire meglio la connessione tra sistema gastrointestinale, sistema nervoso e pelle potete pensare a malattie e disturbi che si presentano soprattutto in alcuni adolescenti e adulti: gli sfoghi sulla pelle dovuti al nervoso non gestito oppure alla cattiva digestione, la gastrite collegata a uno stato di stress continuo e difficile da metabolizzare, i disturbi del comportamento alimentare come anoressia o bulimia o obesità che a volte nascono perché il proprio corpo è l’unica cosa che si sente di poter controllare o quando si perde il controllo sulla propria vita, oppure con forti connessioni a perdite o assenze di figure rilevanti e affettive nella propria vita.

L’ansia, lo stress, la solitudine possono parzialmente essere alleggerite dal cibo (quanti di noi mangiano un dolce “per consolarsi”?), oppure capita che le difficoltà vissute si riflettano sulla cattiva digestione, proprio come quando si fa fatica a ingoiare bocconi troppo amari.
Pensate ora a un neonato che è appena stato allattato: è appagato e senza problemi, ricerca affetto e vicinanza, spesso si rilassa a tal punto da addormentarsi. Tutta la complessa reazione corporea che abbiamo sopra descritto si riassume nell’espressione di beatitudine di un cucciolo soddisfatto dopo una bella poppata, proprio come dopo un bel massaggio.

La connessione tra sistema gastrointestinale, sistema nervoso e pelle ha la sua prima manifestazione proprio qui, in questa espressione beata. Da qui può nascere una lunga storia di benessere e noi abbiamo la possibilità di prendercene cura giorno dopo giorno, attraverso il cibo e le carezze che diamo ai nostri piccoli, affinché gli alimenti e l’affetto facciano parte di un unico nutrimento che li faccia crescere sani e felici.

Buon massaggio (e buon appetito) a tutti!

Nicoletta Bressan

*Per approfondire: Moberg K. U. (2003), The Oxytocin Factor : Tapping The Hormone Of Calm, Love, And Healing, Capo Press


Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.