“Benvenuto fratellino Benvenuta sorellina” tradotto anche in Grecia!

E giusto prima di Natale… eccolo: Benvenuto fratellino Benvenuta sorellina tradotto in greco!

Il nostro libro dedicato alla nascita di un fratellino e alla relazione tra fratelli negli anni dell’infanzia ha varcato i confini nazionali e ha raggiunto le famiglie in attesa di un fratellino o di una sorellina in Grecia.

La casa editrice che ha acquistato i diritti del volume dedicato al legame unico e speciale che accompagna i fratelli sin dalla nascita è la Gema Publications (www.gemapublications.gr), il libro è uscito qualche settimana fa, in tempo per arrivare sotto l’albero dei genitori in attesa di un secondo (o di un terzo) bimbo e delle famiglie dove è da poco arrivato un fratellino.

Tra le pagine tanti suggerimenti per coinvolgere il primogenito nell’attesa e nell’accoglienza del nuovo nato, perché l’arrivo di un fratellino venga vissuto come un evento di grande gioia per tutta la famiglia. Sì, perché, il cuore di questo libro, il suo messaggio di fondo è che un fratello è un dono. Un dono per la vita. Confermiamo così il detto semplice ma profondamente vero: quando arriva un nuovo bimbo, l’amore non si divide, si moltiplica! Di capitolo in capitolo, grazie anche alla consulenza di numerosi esperti e alle testimonianze di genitori che hanno due, tre, quattro o più bimbi, vengono offerti tanti suggerimenti per affrontare i primi tempi con due bambini di età diverse, accogliere e gestire i momenti di gelosia del primogenito e, nel tempo, aiutare i figli ad andare d’accordo e volersi sempre più bene.

La pubblicazione all’estero di questo testo che presenta la vita con un fratello come un’ineguagliabile opportunità, per la collana del Bambino naturale è una bella soddisfazione!

Per me questo è il terzo libro che varca i confini nazionali, ma vedere una copertina scritta in un’altra lingua è sempre un’emozione. Quando l’attesa si interrompe da alcuni anni è disponibile in Lituania e in Polonia, Bebè a costo zero è stato tradotto in spagnolo, polacco e presto ungherese. È bello pensare a Benvenuto fratellino e alle numerose testimonianze di mamme e papà che hanno condiviso la loro esperienza, che vengono lette da tante famiglie anche al di fuori del nostro Paese. È bello pensare che un libro possa rendere vicine persone lontane. Che mamme di paesi diversi si trovino a riflettere sulle stesse pagine, guidate dal linguaggio comune dell’amore per i nostri bambini, un amore che non conosce confini. E il prossimo viaggio per Benvenuto fratellino sarà ancora più lungo… Stiamo infatti aspettando che esca l’edizione cinese!

Giorgia Cozza


Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.