Come riconoscere i giochi contraffatti

Tempo di letterine per Babbo Natale, di desideri e di attese e tempo, per i genitori, di riempire il carrello di giocattoli e regali per i più piccoli.

Mai come in questo periodo è attuale il problema della sicurezza dei giochi destinati all’infanzia: giusto per avere un’idea dei numeri, nel 2014, il Centro Studi della Confcommercio, ha rilevato un aumento del 7,6% negli acquisti di giocattoli contraffatti, specialmente delle grandi marche, con ricadute sulla salute dei consumatori e sulle industrie del gioco made in Italy.

Solo in Piemonte, dal 2008 al 2014, sono stati sequestrati giocattoli contraffatti per 2,8 milioni di euro.

In considerazione dell’esponenziale aumento dei casi di sequestro di prodotti contraffatti, la Comunità Europea ha emanato la direttiva CE2009/48, entrata in vigore in Italia con il D.Lgs.54/2011, con l’obiettivo di migliorare la qualità della normativa esistente, accrescendone l’efficienza e dettando nuove regole in tema di trasparenza.

Durante l’acquisto di un giocattolo è necessario prestare attenzione a qualche dettaglio, che può rivelarsi fondamentale per un acquisto sicuro:

  • sull’etichetta deve essere presente la marcatura CE, che deve essere indelebile, visibile, leggibile e di dimensione non inferiore a 5 mm. La marcatura attesta che il giocattolo è stato fabbricato in conformità alle normative nazionali ed europee: si tratta di una conformità presunta, in quanto l’attestazione avviene attraverso un’autocertificazione del produttore. [Talvolta, però, non è sufficiente accertarsi della presenza del marchio CE per essere sicuri dell’originalità e della sicurezza del giocattolo: la sua contraffazione è, infatti, uno dei reati più comuni nel mercato clandestino. Altri marchi, come “Giocattoli Sicuri” dell’Istituto Italiano di Sicurezza dei Giocattoli e “IMQ” dell’Istituto per il marchio di qualità per i prodotti elettrici, danno ulteriori garanzie, perché indicano che i giocattoli sono stati sottoposti a test di sicurezza];
  • sull’etichetta del prodotto deve sempre comparire il nome, la ragione sociale, il marchio, l’indirizzo del produttore o del responsabile dell’immissione sul mercato del giocattolo nella Comunità Europea. Questi dati sono importantissimi al fine di contestare efficacemente la responsabilità del produttore;
  • l’imballaggio deve essere resistente e sigillato con sigilli ufficiali;
  • il prezzo deve essere giusto: i giocattoli contraffatti sono realizzati con materie prime meno costose; pertanto, prezzi troppo bassi non sono indice di buona qualità;
  • le avvertenze o le istruzioni d’uso devono essere redatte in lingua italiana;
  • il giocattolo deve essere privo di parti appuntite e taglienti; deve resistere agli urti e non provocare ferite in caso di rotture. Le parti smontabili devono avere dimensioni tali da impedirne l’ingerimento da parte del bambino ed i materiali devono essere di alta qualità ed assolutamente non infiammabili.
  • Per quanto riguarda i giochi elettrici, la tensione di alimentazione non deve superare i 24Volt: in tal caso, oltre al marchio CE è bene che sia apposto anche quello dell’IMQ;
  • nella scelta dei videogiochi è preferibile ricercare quelli che presentano il simbolo PEGI (Pan European Game Information), classificazione che, attraverso descrittori simbolici, indica la tipologia del gioco, il grado di violenza, il linguaggio adottato e la fascia d’età cui è rivolto.

Nel caso di:

giocattoli difettosi, o diversi da quelli ordinati, è possibile avvalersi della garanzia di 24 mesi, prevista dal Codice del Consumo: attraverso la formale contestazione dei vizi, si potrà richiedere la sostituzione o la riparazione del gioco, finanche la restituzione dell’importo.

– si acquisti un giocattolo contraffatto, invece, la prima cosa da fare è rivolgersi al rivenditore, che, qualora autorizzato, dovrà farsi carico del problema. È opportuno, inoltre, segnalare il caso anche alle Autorità preposte al controllo (Guardia di Finanza) o al Ministero dello Sviluppo Economico, tramite il Numero Verde Anticontraffazione: 06.47055800.

Prestiamo attenzione a ciò che compriamo: regaliamo sicurezza.

Avv. Paola Carrera (Avvocato civilista del foro di Torino)


Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.