SOS Mamma: come aiutare i bambini ribelli e oppositivi

“Buongiorno, la mia seconda bimba, di quasi 7 anni, ha sempre avuto un carattere davvero tosto. È una bimba dalle mille qualità positive, ma spesso il suo forte carattere va in contrasto con noi e con la realtà, a causa di atteggiamenti scorretti. Non vuole essere contrariata, dice parolacce anche in pubblico e manca di rispetto. Questo atteggiamento non è tollerabile; ormai ha sette anni ed è in grado di comprendere alcune regole. Qui nasce l’esigenza di mamma nell’aiutarla a gestire questa sua rabbia – forse perché le pesa quella sua difficoltà di apprendimento che si sta riscontrando a scuola (fa terapia logopedica da due anni), oppure le pesa il confronto con la sorella buona, brava e giudiziosa…?! Ma aldilà dei confronti, che non sono mai costruttivi, vorrei proprio adottare una strategia che la aiuti. Ad oggi i rimproveri, i castighi e anche gli atti di forza, quando proprio è “necessario”, non hanno prodotto buoni frutti. Qualche suggerimento utile? Ringrazio e saluto. MF”

Cara mamma, grazie per averci contattato. Rispetto alle difficoltà elencate, può provare ad affrontarle in cinque mosse:

Incoraggiare il suo potenziale perché spesso come genitore viviamo un senso di frustrazione e inadeguatezza rispetto all’eccessiva vivacità  e atteggiamenti scorretti del nostro bambino. La nostra difficoltà a contenere e comprendere tale irrequietezza ci spinge, alcune volte, a percepirci come genitore inefficace trasmettendo al bambino sentimenti di rabbia e impotenza. Tutto questo influenza negativamente la percezione che il bambino ha di sé, condizionando lo sviluppo di una sana autostima e senso di efficacia, fondamenta necessarie per crescere.
Imparare ad ascoltarsi per comprendere quali emozioni risveglia in te il comportamento della tua bambina. L’ascolto delle tue emozioni come genitore ti permette di riconoscere ed eventualmente esprimere una serie di emozioni, spesso poco piacevoli, che inevitabilmente tendiamo a nascondere.
Fare leva sui suoi punti di forza mettendoti alla sua stessa altezza, guardandola negli occhi e parlando con tono di voce dolce e moderato.
Abbracciarla perché nei momenti di crisi puoi fermare il flusso dei suoi comportamenti attraverso un abbraccio che sospende l’azione e che conquista la sua attenzione. Attraverso un sano contenimento e dei confini ben definiti, la tua bimba percepisce la tua presenza non giudicante, ma accogliente.
Dare sempre delle regole da seguire, con fermezza e coerenza, per fornirle degli argini in cui sentirsi più sicura.

Buon lavoro!

Ti consigliamo queste LETTURE sull’argomento:

– “Amarli senza se e senza ma“: Dalla logica dei premi e delle punizioni a quella dell’amore e della ragione

– “Genitori con il cuore“: I bambini si comportano così come vengono trattati

Ti consigliamo questi ARTICOLI sull’argomento:

– Bambino difficile, questione di temperamento e ambiente

– Cinque modi per stabilire un contatto con bambini ribelli


Potrebbero interessarti anche

Libri sull'argomento