Giornata Mondiale del Neonato prematuro, un omaggio a questi piccoli eroi “nati prima del tempo”

È come l’Aquila che vola in alto nel cielo e vede ciò che alla gente sfugge.
Perché chi è nato prima è sempre un passo avanti agli altri,
anche se a volte per recuperare il tempo perduto reclama di procedere con calma.
Detesta la fretta.
Datemi tempo, sembra dire…quello che non ho avuto…
Datemi il nido che mi è mancato, la morbidezza e il calore che tanto avrei voluto…
Ma chi lo sa capire?
Forse solo chi è come lui, chi ha vissuto le sue stesse pene.
Ecco perché a voi, piccoli Kirikù, con sacra riverenza io rendo omaggio.
Elena Balsamo

Oggi, 17 Novembre 2016, è la Giornata Mondiale del Neonato Prematuro. Il Bambino Naturale ricorda oggi questi piccoli eroi nati prima del tempo, e le loro mamme e i loro papà, che hanno vissuto con loro questo anticipato ingresso alla vita.

“Un parto prematuro è un’esperienza forte, sconvolgente, difficile da affrontare. Il bimbo non è pronto per nascere, ma anche la sua mamma non è pronta per questa separazione. È un trauma per entrambi, un’esperienza difficile laddove ci si aspettavano tanta gioia e momenti di festa.” Queste le parole di Giorgia Cozza, che ha scritto di loro ricordando che, finalmente da quest’anno la terapia intensiva è aperta H24. Un bel passo avanti, almeno sulla carta.

Anche Elena Balsamo, autrice del best seller “Sono qui con te“, ha dedicato un libro ai bambini prematuri: “Nato prima del tempo” (oggi scontato del 50% di sconto). Questo libro è dedicato alla gravidanza, al parto e all’accoglienza del bambino in ottica spirituale, nonché a un tema molto delicato che tocca da vicino tante famiglie. L’accoglienza del bambino prematuro. Elena Balsamo, con la sua inconfondibile poesia, ci regala due libri in uno: la prima parte del suo Nato prima del tempo è dedicata all’attesa e alla nascita “senza problemi”, quando tutto fila per il verso giusto. La seconda, invece, affronta l’ansia e il dolore delle famiglie alle prese con una gravidanza problematica, che spesso coincide con un parto traumatico o prematuro e la gestione di un bambino…nato prima del tempo. L’approccio di Elena, tuttavia, è fiducioso e pieno di speranza, volto a celebrare la sacralità dell’attesa e della nascita in ogni sua manifestazione e a donare ai lettori gli strumenti adatti a un’accoglienza al neonato degna di questo nome.

Per chiunque voglia approfondire gli aspetti emozionali e parentali dei bambini nati prematuramente può conusultare la rubrica “Troppo presto piccolo mio”.

 


Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.