Sui lavaggi nasali per bambini

Sui lavaggi nasali per bambini

In molti ci chiedono suggerimenti pratici sui materiali e i metodi da impiegare per i lavaggi nasali dei bambini allergici o sinusitici (sempre e comunque respiratori orali o adenoidei).
Abbiamo già descritto l’uso del Neti Lota nel volume “Il giusto respiro”. Ma oggi vogliamo aggiungere qualcos’altro di utile e pratico. Anzitutto diciamo che il pH delle normali secrezioni nasali varia tra 5,5 e 6,5. Nelle secrezioni nasali abbondanti che si hanno negli stati allergici, nelle sinusiti croniche e negli scoli nasali purulenti, il pH aumenta di parecchio, a volte fino a 11, come potrete provare usando la cartina di tornasole. Inoltre le escrezioni allergiche sono originate dagli edemi delle mucose endonasali, ossia dalla fuoriuscita di acqua dalle cellule di quegli epiteli.

Che prodotti utilizzare?

Evidentemente la soluzione da impiegare per i lavaggi dovrà avere due caratteristiche fisico-chimiche: capacità di abbassare il pH (essere acida) e provocare un aumento della pressione osmotica (essere ipertonica). Per cui, mollate le soluzioni fisiologiche, che sono isotoniche (hanno cioè la stessa quantità di sale presente nel sangue, quindi non hanno effetto osmotico), ma anche aumentate l’efficacia delle soluzioni ipertoniche in vendita, che non sono acide.
La soluzione a portata di tutti e benefattrice delle vostre tasche ve la suggeriamo noi: aggiungete un cucchiaino di sale da cucina e uno di aceto a un bicchiere d’acqua, e con questa soluzione procedete ai lavaggi. Eventualmente potete impiegare la stessa soluzione con la stessa concentrazione nell’inalatore termale, alternandola all’acqua di Tabiano. Ringraziamo per questa chicca il Dr. Sam E.Roberts, l’unico otorino che curava le affezioni di orecchio, naso e gola con l’alimentazione e non con operazioni, antibiotici e cortisone, che nel suo libro “Ear, nose and throat dysfunctions due to deficiencies and imbalances” (1957) riporta le interessanti considerazioni sul pH delle secrezioni nasali originariamente di Noah D.Fabricant (“Nasal medication”, Williams and Wilkins, 1942). Sempre lo stesso Roberts ci ricorda che allergie e sinusiti si curano col giusto apporto di proteine, vitamine, minerali e grassi, omettendo contemporaneamente i carboidrati raffinati (pane, pasta, pizza, dolci).

Andrea Di Chiara


Potrebbero interessarti anche

Libri sull'argomento