30 gennaio, termine per le iscrizioni a scuola


Nella circolare per il 2008/2009 le scuole sono invitate a pubblicizzare dei criteri di ammissione definiti dal Consiglio d’istituto e a informare con tempestiva in caso di domande non accolte e sulla composizione delle classi.

Le istituzioni scolastiche dovranno riservare una particolare attenzione alle famiglie, predisponendo una puntuale informazione sull’offerta formativa della scuola, l’organizzazione di specifici incontri e la consegna di copia sintetica del Pof (Piano dell’offerta formativa)all’atto dell’iscrizione.

Per la scuola dell’infanzia non è più consentito l’anticipo di iscrizione dei bambini che compiono tre anni dopo il 31 dicembre 2008, ma sarà possibile accogliere l’iscrizione di bambini che compiono tre anni entro il successivo 31 gennaio 2009.

Per la scuola primaria si ripristina il modello unitario di tempo pieno, a cui le famiglie possono chiedere l’iscrizione nei limiti consentiti dalle disponibilità dei posti attivati e chiedere l’iscrizione anticipata alla prima classe da parte dei bambini che compiono sei anni entro il 30 aprile 2009.

Per la scuola secondaria di I grado viene confermato l’orario massimo di 33 ore di lezioni settimanali, comprensivo di orario obbligatorio e facoltativo opzionale. Particolare attenzione viene riservata al nuovo obbligo di istruzione per il biennio iniziale degli istituti del II grado, con la conferma della possibilità di accedere ai percorsi sperimentali di istruzione e formazione professionale.

Un apposito paragrafo richiama i criteri per l’accoglienza, l’assegnazione alle classi, la costituzione di reti territoriali per politiche di intervento degli alunni con cittadinanza non italiana.

Per maggiori informazioni:

www.pubblica.istruzione.it

Potrebbe interessarti anche