Bambini meno stressati con il massaggio infantile


L’équipe di ricercatori del Warwick Medical School e dell’Insitute of Education presso l’Università di Warwick ha passato in rassegna nove studi scientifici riferiti ad un campione totale di 598 neonati di massimo sei mesi. L’équipe ha constatato che i vari studi passati in rassegna consentono di evidenziare risultati significativi rispetto al fatto che i neonati massaggiati piangono meno, dormono meglio e risultano avere un più basso livello di ormoni dello stress in circolo, in particolare cortisolo, rispetto a quei neonati che non sono stati massaggiati.

Uno degli studi analizzati inoltre, ha messo in evidenza che il massaggio infantile potrebbe influire in maniera significativa sul rilascio dell’ormone melatonina (la melatonina è un ormone prodotto da una ghiandola posta alla base del cervello, la ghiandola pineale o epifisi, ed ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia).

La conclusione degli autori della ricerca è stata che, se rispetto all’effetto del massaggio sui parametri di crescita globale del neonato sono necessarie ulteriori verifiche, evidenze convincenti si danno invece ormai per la capacità di questa pratica di influenzare in maniera positiva la relazione madre-bambino, la qualità del sonno, la diminuzione del pianto e degli effetti biochimici legati alle reazioni a stimoli stressanti.

Riferimento ricerca: Underknown a, Barlow J, Chung V, Stewart-Brown s. Massage intervention for promoting mental and physical health in infants aged under six months. Cochrane Database of Systematic Review 2006, Issue 4. Art. No CD005038.

Potrebbe interessarti anche