Pennarelli “made in China” ritirati dal mercato

L’allarme è scattato in seguito ad una interrogazione presentata dai senatori Marco Perduca e Donatella Poretti del Partito Democratico. Da qui la decisione – presa dal Ministero della Salute – di ordinare ai NAS il sequestro cautelativo di alcune marche di pennarelli prodotti in Cina.

Stando alle analisi condotte dall’Isituto Superiore di Sanità, i prodotti ritirati dal commercio conterrebbero sostanze molto pericolose per la salute. Si tratterebbe di 8 tipologie diverse di pennarelli: in 6 di esse sono state evidenziate tracce di benzene, una sostanza notoriamente cancerogena; nelle 2 restanti tipologie, sono state rinvenute tracce di piombo e cromo, in quantità superiore al limiti fissati dalla legge.

Che fare? Poichè non sono state rese note le marche dei prodotti oggetto di sequestro – e fintanto che le indagini sono in corso – ai genitori non resta che evitare l’acquisto di pennarelli “made in China” o comunque di prodotti sulla cui confezione non sia specificata l’indicazione del paese di provenienza.

Per maggiori informazioni: www.babyconsumers.it

Potrebbe interessarti anche