La causa dell’anoressia è nei primi giorni di vita


Questa ricerca mette sotto accusa l’uso dell’incubatrice nei primi giorni di vita, che provoca nel neonato un senso di abbandono. Su un campione di 5.225 pazienti, il 22,6% era stato accolto nella vita dall’incubatrice per un periodo superiore ai 5 giorni e aveva ricevuto l’allattamento artificiale.

Per evitare disturbi patologici alimentari e depressivi è bene che il bambino non abbia una degenza in incubatrice superiore ai 5 giorni. La difficoltà del neonato è quella di non poter prendere il latte materno dalla mammella della madre, contatto fisico fondamentale alla sua crescita.

La prolungata degenza in incubatrice può portare la madre a perdere la capacità di nutrire il bambino. Tuttavia se un figlio ha bisogno delle cure dell’incubatrice non bisogna disperare: importantissimo sarà il contatto rassicurante con la madre, il suo affetto e il battito del suo cuore a cui il bimbo è abituato.

Fonte: ItaliaSalute.it

Potrebbe interessarti anche