• 0 Elementi - 0,00
    • Il carrello è vuoto.

Dormire nel lettoneredazione | News

Niente nidi e babysitter, e tutti nel lettone!

21 Giugno 2009

Dormire nel lettone
Il contrordine giunge dal famoso ginecologo inglese Yehudi Gordon, pioniere del parto in acqua in Gran Bretagna nonché specialista di star del jet-set internazionale quali Cate Blanchett a Elle Mac Pherson.

Gordon sostiene che le madri non debbano rientrare subito al lavoro, ma restare accanto ai propri piccoli per 24 mesi. Che cosa si intende però con “accanto”?

– Tenere il piccolo nel lettone durante la notte: guai a confinare il bebè in un’altra stanza! Il co-sleeping è una vera e propria prevenzione contro disturbi dell’età adulta quali stress, ansia, attacchi di panico e insonnia – che avrebbero origine dalle insicurezze dovute alla precoce separazione dai genitori;

– Non delegare a nidi e babysitter, ma ritardare il rientro al lavoro oltre l’anno di vita del bambino; sempre per evitare futuri problemi di ansia e insicurezza.

Fonte: La Stampa.it