Il latte materno riduce i casi di morte neonatale


La sepsi è una della maggiori cause di morte neonatale e di inabilità di lungo termine nei bambini con peso alla nascita estremamente basso. Il 30% dei bambini con sepsi viene colpito da una grave infezione e il 20% muore.

Altri studi scientifici hanno dimostrato come l’allattamento entro la prima ora dopo il parto contribuirebbe a diminuire la mortalità neonatale: fino a un milione di neonati morti in meno nel mondo se solo si nutrisse il proprio bambino sin dalla prima ora di vita e almeno fino al sesto mese!

I ricercatori hanno analizzato i dati di 1.270 bambini di 15 centri medici. Il 39% dei bambini colpiti da sepsi avevano ricevuto quantità significativamente minori di latte materno rispetto a quelli “sani”.

I bambini nati con un peso molto basso e che avevano sviluppato la sepsi avevano ricevuto latte materno per il 29% del loro apporto nutrizionale totale, mentre i bambini non colpiti da sepsi avevano ricevuto una quantità di latte materno pari al 33% dell’alimentazione totale.

Gli autori dello studio, presentato al meeting annuale della Pediatric Academic Societies di San Francisco, consigliano inoltre di alimentare con latte materno anche i bambini sottopeso non in grado di assumene dal seno, raccogliendo l’alimento e affidandolo all’ospedale che lo farà assumere al piccolo.

Fonte: italiasalute.it


Potrebbero interessarti anche