Kit per le neomamme che partoriscono negli ospedali toscani


Il tutto all’interno di una valigetta consegnata alle mamme al momento della dimissione, un dono che vuol essere un segno di benvenuto al nuovo nato e un contributo concreto per iniziare bene il percorso della vita.

“Con iniziative concrete nelle maternita’, che risalgono ormai al 2004 – afferma l’assessore per il diritto alla salute, Enrico Rossi – abbiamo sviluppato un progetto per la promozione dell’allattamento al seno che non ha uguali in Italia. La Toscana e’ stata la prima regione a bandire dai punti nascita il latte artificiale, perche’ il mondo scientifico e clinico ci dice che il latte materno e’ insostituibile e straordinariamente benefico per il neonato. La valigetta che consegneremo a tutte le mamme prima che tornino a casa dopo il parto rafforza questo importante messaggio per la salute”.

Realizzata con la collaborazione della Federazione nazionle dei medici pediatri, il reparto pediatria dell’Ospedale di Nottola della Asl 7, l’Azienda e la Fondazione Meyer e la Giunti Progetti Educativi, la valigia contiene il libretto “Naturalmente mamma” sull’allattamento al seno, tradotto anche in alcune delle lingue parlate dalle donne straniere che si rivolgono ai servizi (albanese, cinese, spagnolo, rumeno, arabo e filippino), depliant e schede sul rischio Sids, la prevenzione degli incidenti domestici nel primo anno di vita, le banche del latte umano, un invito alla lettura e due compact disk.

Fonte: Aduc Salute


Potrebbero interessarti anche