L’obesità aumenta il rischio di complicazioni in gravidanza


Le donne sotto osservazione erano già in stato di sovrappeso od obese all’inizio della gravidanza.

Tra i vari disturbi associati al sovrappeso, oltre a problemi al cuore e a infezioni polmonari, sono stati evidenziati anche la sindrome del tunnel carpale e un maggiore rischio di sviluppare una disfunzione detta sfinsi pubica che interessa il bacino e le articolazioni causando anche difficoltà nel camminare.

In realtà le complicanze in gravidanza provocate dall’obesità possono essere anche più serie: diabete gestazionale, pre-eclampsia, ricorso al taglio cesareo e, non ultimo, il fatto che più di un terzo dei decessi correlati alla gravidanza si verificano in madri obese.

Fonte: La Stampa.it


Potrebbero interessarti anche