Gran Bretagna: educazione sessuale e prevenzione tossicodipendenze già a 5 anni…

Questa nuova “disciplina” prevede l’insegnamento dell’educazione sessuale, della prevenzione all’uso degli stupefacenti, nonché di concetti quali “omosessualità” e “unione civile” già a partire dal primo anno delle elementari, a bambini di soli 5 anni.

Attualmente, le ore di educazione sessuale e ‘relazioni sentimentali’ sono facoltative per i bambini delle elementari: sta ai genitori scegliere, su basi morali o religiose, se permettere ai figli di seguire o meno queste classi, fino all’età di 19 anni.

Ma sulla base delle nuova legislazione, che entrerà in vigore nel 2011, tale diritto di scelta “decadrà” al raggiungimento del 15esimo anno di età dei figli, e le materie diventeranno obbligatorie.

Non mancano preoccupazini in merito alle previste difficoltà per le scuole religiose che dovranno inserire nel loro piano didattico lezioni su contraccezione e aborto. Ed Balls, Ministro delle Politiche Familiari, ha precisato che gli istituti non potranno esimersi dall’impartire insegnamenti su contraccettivi, sull’aborto e l’omossessualità.

Immediate le reazioni. Nick Seaton, presidente di Campaign for Real Education, avverte che iniziare a insegnare educazione sessuale a bambini di 5 anni è “decisamente troppo presto”. Margaret Morrisey, di Parents Outloud, accusa i ministri di prevaricare i diritti dei genitori, impedendo loro di scegliere i tempi ed i modi per l’educazione sessuale dei loro figli.

La nuova politica scolastica si prefigge lo scopo di ridurre il numero di gravidanze e malattie sessualmente trasmissibili tra gli adolescenti, che in Gran Bretagna continua a crescere in maniera preoccupante, presentando i tassi più alti tra i Paesi dell’Europa occidentale.

Fonte: Periodico Italiano.it

Potrebbe interessarti anche