Il pesce al mercurio mette a rischio le facoltà cognitive dei bambini

Il mercurio è un metallo altamente tossico, e il fatto che sia contenuto nel pesce ha fatto scattare la necessità di condurre uno studio per capire quanto possa influire sulla salute se assunto con l’alimentazione.

Ricercatori dell’Università di Granada in Spagna hanno così scoperto che il consumo di alcuni tipi di pesce può peggiorare le prestazioni cognitive e la memoria nei bambini.

In questo studio sono stati analizzati 220 bambini appartenenti alla zona geografica di assistenza sanitaria del San Cecilio University Hospital a Granada. Di questi sono state analizzate l’esposizione ai contaminanti ambientali per mezzo dell’acqua, l’aria e la dieta alimentare.

I risultati hanno mostrato che le concentrazioni totali di mercurio nei capelli dei bambini di 4 anni erano tra 0,04 e 6,67 g/g. Dette concentrazioni sono risultate sì più alte rispetto a quelle riscontrate in bambini che consumano meno pesce, ma più basse rispetto a zone geografiche dove il consumo è più elevato.

Questo studio – il primo del genere – ha così descritto per la prima volta il grado di esposizione infantile agli inquinanti ambientali, in particolare a metalli tossici come il mercurio, tra le principali fonti di tossicità nei bambini.

Il mercurio, infatti, è in grado di intaccare le facoltà mentali.

Fonte: La Stampa.it

Potrebbe interessarti anche