Latti per l’infanzia: riconosciuti danni per la salute

Nel latte incriminato è stata rilevata la presenza di tracce di un componente chimico, l’Itx, utilizzato come fotoiniziatore di inchiostri nella fabbricazione di imballaggi, nelle confezioni in Tetrapak.

Lo rende noto il Codacons Sicilia sostenendo che il giudice ha riconosciuto come “dalla condotta inadempiente posta in essere dalla società convenuta, oltre all’inadempimento, sia configurabile la lesione, o più correttamente, la messa in pericolo dei diritti inviolabili della famiglia e segnatamente del rapporto parentale intercorrente tra l’attrice ed il proprio figlio minore, minacciato dai possibili sviluppi negativi della sua salute”.

“E’ una sentenza importantissima – afferma Francesco Tanasi, segretario nazionale del Codacons – perchè afferma che la commercializzazione del ‘prodotto inquinato’ comporta una responsabilità di natura contrattuale in quanto si profila non solo una ipotesi di inadempimento contrattuale ma anche una ipotesi di danno non patrimoniale consistente nella lesione o più correttamente della messa in pericolo dei diritti inviolabili della famiglia”.

Fonte: Mami

Potrebbe interessarti anche