Più verdure in gravidanza per difendere il nascituro dal diabete

Questo è quanto affermato da uno studio condotto da ricercatori svedesi della Sahlgrenska Academy in collaborazione con la Linkping University.

Per arrivare a queste conclusioni, la dott.ssa Hilde Brekke e colleghi hanno analizzato il sangue di 6.000 bambini dell’età di 5 anni per valutare l’incidenza del diabete di tipo 1 (malattia autoimmune caratterizzata da una riduzione della produzione di insulina da parte del pancreas, così definita poiché vi è una distruzione delle beta cellule del pancreas causata dalle cellule del sistema immunitario – linfociti T).

Dei 6.000 bambini esaminati, il 3% mostrava livelli elevati di questi anticorpi o aveva sviluppato il diabete di tipo 1.

«Questo è il primo studio a dimostrare un nesso tra l’assunzione di vegetali durante la gravidanza e il rischio di sviluppare successivamente diabete di tipo 1 nel bambino» ha sottolineato Brekke. Dai dati raccolti è apparso evidente come il rischio fosse due volte maggiore nelle madri che durante la gravidanza avevano assunto poca – o nessuna – verdura, contro un rischio significativamente ridotto nelle madri che, al contrario, avevano consumato verdura quotidianamente.

I ricercatori fanno presente che con il termine “verdura” s’intende ogni tipo di ortaggio a esclusione delle radici.

Fonte: La Stampa.it


Potrebbero interessarti anche