• 0 Elementi - 0,00
    • Il carrello è vuoto.

Elena Dalpra | Genitorialità

Quel pannolino di notte…

23 Gennaio 2010

pisellino-bambinoNon tutti sanno che lo spannolinamento notturno procede indipendentemente da quello diurno.

Se il vostro bambino ha tolto il pannolino durante il giorno, può darsi che di notte ne abbia ancora bisogno, magari ancora per un bel po’. Ci sono bambini che raggiunta l’indipendenza dal pannolino diurna continuano anche per un anno e mezzo a bagnare il letto.

I genitori di solito si preoccupano perché sembra che il pannolino zuppo al mattino non debba finire mai, in realtà non c’è nessun problema nel vostro bambino. L’educazione al vasino infatti non ha nulla a che fare con il bagnare il letto di notte. Un bambino sta asciutto di notte solo quando la sua fisiologia lo supporta e potrebbe bagnare il letto per tante ragioni: i suoi reni non stanno mandando un segnale al cervello quando dorme per segnalargli che deve andare a fare pipì, la sua vescica non è grande abbastanza per contenere tutta la pipì della notte oppure sta dormendo così profondamente che non riesce a svegliarsi per andare in bagno, oppure ancora di notte il bambino ha una iper produzione di pipì.

Quando il bambino cresce tutte queste cose si correggeranno da sole e questo succede, di solito, tra i tre e i sei anni, non c’è nessun motivo per accelerare il processo.

Se ha già tolto il pannolino di giorno, ma si bagna ancora la notte, potete fare delle prove togliendo il pannolino e mettendo una cerata sul materasso, oppure cercando di fargli fare la pipì prima di andare a dormire oppure ancora evitando di fargli assumere alimenti troppo salati la sera prima.

Se però il pannolino continua ad essere bagnato non insistete, ma soprattutto non punitelo e non fategli provare vergogna, perché ogni bambino ha i suoi tempi di maturazione che vanno ascoltati e rispettati.

Elena Dal Prà