Fondazione Pangea: salviamo le madri al costo di un caffè


La fondazione Pangea lancia una raccolta fondi per dare le cure adeguate a queste donne.

Una mamma ogni minuto muore per motivi legati alla carenza di cure o delle adeguate condizioni igienico-sanitarie. Il 99% dei casi si verifica nei Paesi in via di sviluppo.

“Bastano 80 centesimi al giorno per fermare questo macabro orologio e salvare la vita alle mamme, per offrire le cure igienico-sanitarie pre e post parto, con la garanzia di dare alla luce i bambini in un luogo sicuro” spiega a CNRmedia Luca Lo Presti.

Perché sembra incredibile, ma nel mondo ci sono donne costrette a partorire nelle grotte. Come in Afghanistan: “E’ il Paese dove le mamme muoiono di più – prosegue Lo Presti – e succede per ignoranza: i mariti non consentono alle mogli di partorire in luoghi igienicamente protetti, e nemmeno in casa, perché si pensa che il loro sangue sia impuro e non debba toccare l’abitazione; e il parto in una grotta può causare facilmente infezioni anche mortali”.

Aiutare a salvare una mamma è facile: si può sostenere il progetto di Pangea, all’indirizzo www.pangeaonlus.it; anche su Facebook c’è una pagina Pangea, oppure si può telefonare allo 02/733.202 e adottare una mamma: bastano 80 centesimi al giorno, il prezzo di un caffé.

Fonte: CNR media.com

Potrebbe interessarti anche