Ai bambini i giocattoli non interessano più?


Sembra che i cari vecchi giocattoli (che poi sono in costante aumento per quantità e tipologie) ai bambini non piacciano più o comunque piacciano molto meno rispetto a ciò che l’evoluzione tecnologica oggi può offrire.

Secondo il recente Duracell Toy Report, la famosa lettera a Babbo Natale quest’anno più che mai non conterrà parole come “Lego” o “Barbie” se non declinate in versione tecnologica.

In cima alla lista dei desideri dei bambini dai 5 anni in su infatti (cioè ancora prima che la loro mente ne percepisca il senso), compaiono dispositivi tecnologici pensati principalmente per gli adulti; sarà un caso che ai primi tre posti si trovino l’iPhone 4, l’iPod Touch e l’iPad?

E’ curioso, questo fenomeno, e non si colloca propriamente in un contesto positivissimo: se da una parte ci può far sorridere vedere un bambino con in mano un iPad più grande di lui, dall’altra dal rapporto è emerso che i genitori cercheranno comunque dei regali tecnologici capaci di tenere a bada la vivacità dei più piccoli almeno durante tutte le vacanze natalizie.

Snaturato già abbastanza, il Natale diventa così occasione per incollarsi fin dalle fasce a schermi di qualsivoglia genere, dimenticando una parola a mio parere fondamentale soprattutto da bambini: socializzazione.

La tecnologia è una cosa meravigliosa e io non potrei vivere senza; ma come tutte le cose ha bisogno della giusta dose di consapevolezza e di contesto. Riusciremo a crescere i nostri figli con il giusto equilibrio fra schermi e parco giochi, oppure coltiviamo in seno tanti piccoli nerd solitari?

Fonte: Gadgetblog.it


Potrebbero interessarti anche