Iodio radiattivo, attenzione per bambini e donne incinta

Dopo la prima nube radiattiva giunta dal Giappone lo scorso 23 marzo, nuove correnti trasportano la radioattività di Fukushima in Europa, Italia compresa.

E’ quanto rilevato dal Ciirad, organismo francese di ricerca sulla radioattività, e il livello di iodio 131 nei nostri terreni sta aumentando.

Nonostante che al momento i livelli rilevati nel terreno, nelle verdure a foglia larga e nel latte di mucca siano ancora bassi, non bisogna sottovalutare l’effetto accumulo.

In Italia è stata registrata la presenza di iodio radioattivo depositato sul terreno dalle piogge, e si consiglia particolare prudenza per i soggetti più vulnerabili: donne incinta e bambini.

E’ quindi consigliabile ridurre il consumo di ortaggi a foglia larga (insalata, spinaci, cavoli), latte e formaggi freschi e non bere acqua piovana.

Per saperne di più leggi l’articolo originale.

Potrebbe interessarti anche