Le “banche del latte on-line” non riguardano l’Italia

Negli Stati Uniti si sta diffondendo una pratica alquanto controversa: quella di scambiare latte materno on-line.

Donne che producono latte in abbondanza cercano di venire incontro alle richieste di madri meno fortunate contattandole sul web e accordandosi così, tra pari, senza intermediari.

Ovvie le preoccupazioni destate da questo fenomeno: l’assenza di controlli sanitari sul latte scambiato lo rendono a rischio di contaminazioni e infezioni.

Per fortuna la pratica della “balia sul webin Italia non esiste. La donazione di latte materno, gesto di enorme valore per il benessere di molti neonati prematuri, nel nostro Paese è gestita e controllata dalle Banche del latte umano donato.

Esse si occupano di effettuare i dovuti controlli sanitari sul latte raccolto e che sono in grado di soddisfare appieno la richiesta sull’intero territorio.

Qui puoi leggere l’articolo originale.

Potrebbe interessarti anche