Il lavaggio del pannolini lavabili

Notizie a volte contrastanti popolano il web.

Da mamma utilizzatrice e produttrice di pannolini sento di poter dare il mio piccolo contributo e sciogliere magari qualche dubbio.

Dopo aver testato, credo, tutti i metodi di lavaggio consigliati per i pannolini lavabili, consiglio quanto segue:

1. Il lavaggio dei nostri pannolini deve esser effettuato tassativamente alla temperatura indicata nell’etichetta dal produttore, e comunque, io aggiungerei, ad una temperatura massima di 60°.

Per allungare la vita dei nostri pannolini lavabili, l’ideale, sarebbe quello di non abusare delle altissime temperature e cercare di tenerci sui 40°, nonostante la nostra propensione alla “sterilizzazione a tutti i costi” (che non è sempre necessaria sui pannolini lavabili).

Un compromesso potrebbe essere l’alternare i diversi tipi di lavaggio (uno a 60° e tre lavaggi a 40°). Consiglio questo perchè, essendo il “pul”, un accoppiato di due stoffe, una temperatura alta, può causare l’inconveniente dello “scollamento della laminatura” interna.

2. Mi raccomando! Non centrifughiamo a 1200/1400, infliggeremo ai nostri pannolini colpi mortali, riducendone irrimediabilmente la durata.

3. Il detersivo: Da neofita ho iniziato con il bicarbonato e sono andata avanti per circa 1 anno; però, documentandomi ho letto che il bicarbonato, alla lunga, ha un effetto “corrosivo” soprattutto su alcuni tipi di stoffe. Il mio consiglio è di lavare i pannolini con poco detersivo ecologico.

4. Tutte sappiamo che ammorbidenti, igienizzanti e sbiancanti sono vietatissimi, perchè formano sul pannolino una patina che ne compromette l’assorbenza. Di recente, però, ho testato un ammorbidente appositamente studiato per i pannolini lavabili e devo dire che mi sono trovata molto bene.

5. In caso di macchie: l’accorgimento sta nel trattare tempestivamente la macchia ancora fresca (anche con una spazzolina da unghie e sapone di marsiglia) prima del lavaggio in lavatrice.

In presenza di “quelle ostinate”, ho avuto ottimi risultati, spalmando sulla macchia una pastella di percarbonato di sodio e acqua, e lasciando il pannolino al sole per qualche ora.

6. Quando è necessario sterilizzare i pannolini lavabili? In presenza di particolari patologie nel bambino, esempio le infezioni virali e micotiche.

Nonostante i nostri buoni propositi, può accadere che “ci lasciamo prendere un po’ la mano”, utilizzando dello sbiancante, l’igienizzante, dosi eccessive di detersivo. A questo punto, l’assorbenza del pannolino è compromessa: cosa fare?

Possiamo effettuare lo “stripping”: laviamo in lavatrice il pannolino con una dose di detersivo per piatti, poi procediamo con un ulteriore lavaggio, usando il normale detergente. Usiamo questa tecnica solo se necessario.

Rossana Spampinato


Potrebbero interessarti anche