Salute del bambino e medicina alternativa

Dal 9 all’11 maggio si svolge a Roma il congresso Nazionale della Società Italiana di Pediatria e verrà presentata una ricerca dal titolo “Il futuro in gioco”.

Uno degli studi che verranno presentati cerca di capire l’attenzione che c’è (o non c’è) da parte dei pediatri italiani sul tema delle medicine alternative.

Alcuni dati sono stati diffusi attraversol’Ansa: risulta ad esempio che di 1.233 pediatri intervistati, in maggioranza ospedalieri, solo il 23% dichiari di fare uso di terapie non convenzionali, in particolare su richiesta dei genitori che le utilizzano per loro (per scelta personale o su consiglio di parenti o amici).

Si parla, prevalentemente di fitoterapia e omeopatia che sono viste con favore dalla Sip, in particolare per la cura di malattie minori, come raffreddori o influenze.

Chi usa questo tipo di rimedi in genere ci crede molto, sostiene che migliorino la qualità della vita percepita dal paziente e quindi il “vissuto” della malattia. I detrattori delle medicine alternative invece li considerano inefficaci (la classica “acqua fresca”), qualcuno persino dannose.

E voi cosa ne pensate? Utilizzate rimedi omeopatici o fitoterapici, cosa dicono i pediatri dei vostri bambini?


Potrebbero interessarti anche