Il sorriso del bambino smagliante con lo spazzolino elettrico

È dimostrato che lo spazzolino elettrico rimuove più placca, da tutte le superfici dentali, che un tradizionale spazzolino manuale.
Questo vale per grandi e piccini, se utilizzato nel metodo corretto e per un tempo di almeno due minuti.

Gli spazzolini elettrici più indicati sono quelli che si alimentano a corrente, possibilmente con la testina rotonda, adattabile ad ogni singolo dente.
Lo spazzolino elettrico per bambini fino a 12 anni è diverso da quello degli adulti: ha una testina leggermente più piccola e la frequenza dei movimenti è più bassa.

Mamme, papà, attenzione: l’uso dello spazzolino elettrico deve rappresentare un messaggio positivo, mai acquistare lo spazzolino elettrico perché vostro figlio fa i capricci e non vuole lavare i denti, oppure perché è pigro!
Lo spazzolino elettrico deve rappresentare il riconoscimento di una maggior competenza del bambino, dopo aver imparato ad utilizzare quello manuale.

Il bambino deve acquisire inizialmente confidenza con lo spazzolino manuale: infatti dalla nascita ai 3 anni l’igiene orale del bambino è a carico del genitore (come sappiamo con garzina, ditale di gomma e spazzolini per fascia d’età); dai 4 anni il bambino incomincia a lavare i denti da solo, sempre con la supervisione di mamma e papà, migliorando pian piano la manualità.

Se si decide per l’acquisto dello spazzolino elettrico, soprattutto per i bambini, io consiglio di alternarlo sempre, ogni giorno, allo spazzolino manuale, in modo da non perdere la manualità che il bambino acquisisce con lo spazzolamento manuale.

Apprendere e consolidare la giusta tecnica di spazzolamento per i bambini è un compito che richiede pazienza e impegno: pensate che la bocca è un distretto piccolo, i movimenti da compiere sono piccoli e fini e la visione di denti e gengive avviene allo specchio, quindi ribaltata.

Ricordate che lo spazzolino elettrico è un valido strumento, ma non sostituisce l’uso del filo, che per i piccoli, spetta a mamma e papà!

Tecnologia sì, ma con il giusto controllo!

Valeria Scarafile

Potrebbe interessarti anche