I fiori di Bach per il bambino svogliato e senza energia

La primavera, che sembra definitivamente in arrivo, può essere anche un momento di grande stress e stanchezza per l’organismo che si deve adattare ai cambiamenti climatici, alle giornate più lunghe, agli sbalzi di temperatura. Spesso i bimbi sono più sensibili a questi mutamenti e fanno fatica ad alzarsi la mattina, sono svogliati e nervosi.

 
Le essenze floreali sono molto efficaci per affrontare le giornate con rinnovata energia e freschezza.
 Olive è il rimedio di Bach specifico per gli stati di intensa spossatezza ed esaurimento. Ricavato dall’ulivo, la pianta millenaria simbolo della rigenerazione, l’essenza fornisce un grande apporto energetico anche nei momenti più duri e difficili.

 
Il bambino che necessita di Olive è così stanco da desiderare solo di dormire, non ha voglia nemmeno di svolgere le sue attività preferite, perde l’appetito, ha il faccino pallido, le occhiaie e un aspetto sofferente.

 
Spesso è reduce da una lunga influenza, una malattia infettiva, o eventi più gravi come interventi chirurgici; anche la fine dell’anno scolastico e il periodo degli esami possono essere momenti di grande impegno.

 
In tutte queste casi, Olive svolge un sostegno prezioso favorendo il ritorno delle energie e dell’appetito e riducendo il periodo della convalescenza.  Olive restituisce vitalità anche alle mamme che hanno avuto un parto faticoso, quando non riescono più a riposare bene la notte, quando si devono dividere tra gli impegni lavorativi e familiari, quando devono assistere al proprio bimbo malato, in generale ogni volta che anche il compito più semplice diventa una difficoltà insormontabile.

 
Il rimedio è di facile ed immediato utilizzo e si può utilizzare anche solamente al bisogno, ad esempio dopo una giornata impegnativa, versando 4 gocce in un bicchiere d’acqua da sorseggiare lentamente.

 
Oltre alla somministrazione orale, Olive si può assumere anche per via esterna: frizionato sul corpo tramite una spugna, aggiunto all’acqua del bagno, oppure ad un olio o una crema da massaggio agisce come ottimo tonificante.

 
Un altro fiore che apporta energia è Hornbeam, il carpino bianco.  Si differenzia da Olive perché mentre il primo corrisponde alla stanchezza fisica, Hornbeam corrisponde alla stanchezza mentale: ci si sente stanchi al solo pensiero di dover far qualcosa, ma poi, quando ci si mette in moto, si riesce a farla.

 
Il rimedio è considerato l’attivatore del sistema di Bach ed è utile per i bambini che fanno fatica ad alzarsi alla mattina, quando non hanno voglia di andare a scuola o di fare i compiti, quando hanno perso l’interesse e la curiosità per la vita. Il fiore permette di ritrovare la motivazione ed è utile durante l’adolescenza per prevenire l’abbandono scolastico.

 
Hornbeam è efficace anche per alleviare la tensione nervosa e l’affaticamento mentale che si può manifestare dopo aver passato molte ore davanti alla televisione, al computer o dopo aver studiato troppo.

 
Insieme a White Chestnut è il rimedio più utilizzato in caso di mal di testa.

 
Il fiore agisce contro la noia e la routine, combatte quella stanchezza selettiva che passa subito se qualcuno propone un’attività nuova, piacevole e divertente.
E’ indicato per le mamme che si sentono intrappolate nella quotidianità, quando le giornate sembrano scorrere tutte uguali, senza entusiasmo, senza imprevisti o novità.
Hornbeam apporta una ventata di freschezza che permette di vedere le cose con occhi nuovi, schiarisce la mente, aiuta a non farsi assorbire dalle abitudini, permette di ritrovare gli stimoli e l’iniziativa e di vivere una vita piena e a colori.

Beatrice Castelli

Potrebbe interessarti anche