Cosa si intende per Educare alla Felicità?

Quanti di noi genitori vorrebbero per i propri figli un domani all’insegna della Felicità, di quel benessere indiscusso, tanto ambito, ma spesso difficilmente raggiungibile?

Vi siete mai chiesti quale sia il motivo di questa sua impalpabilità e sfuggevolezza?

Oggi più che mai abbiamo sete di sentirci Felici, un bisogno implacabile che quando ci sembra di contentare, improvvisamente ci sfugge di mano e ritorniamo al nostro essere insoddisfatti e cupi.

Se la Felicità è data dalle piccole cose – da un sorriso ricevuto senza nulla in cambio, una cortesia inaspettata, la percezione di essere importanti, considerati, rispettati ed amati da qualcuno – allora forse condividerete con me il suo vero significato…
La Felicità si trova laddove percepiamo una sensazione di vero benessere, per esempio quando siamo artefici del bene o quando lo riceviamo. Esso, infatti, è in grado di donarci quella misteriosa forza che, nonostante i periodi bui della vita, non ci permette di arrenderci, ma anzi, ci fa alzare gli occhi da terra per vedere ciò che ci circonda e notare con grande stupore che ciò che ci rende realmente felici è più vicino a noi di quanto crediamo.

Quando scegliamo di Educare alla Felicità un bambino vuol dire che abbiamo ben compreso ciò di cui, per natura, ognuno di noi ha realmente bisogno. Non parlo di necessità quali il dormire, il mangiare, il vestirsi o l’istruzione (seppure importanti e fondamentali per la vita di un figlio), ma intendo quel benessere emotivo capace di donare al bambino serenità, gioia e vitalità, sue fin dalla nascita.

Dunque, per mantenerlo inalterato e duraturo nel tempo, a noi genitori viene richiesta una maggiore sensibilità verso i bisogni del nostro bambino e una migliore comprensione del suo essere; tutto questo per permettergli una qualità della vita non ricca di oggetti, ma ricolma d’Amore e Umanità.

Sarà così che permetteremo a nostro figlio di rivelarsi, di sbocciare in tutta la sua unicità e nel suo splendore. Solo attraverso l’Amore e il Rispetto che proviamo per lui saremo capaci di accompagnarlo nel migliore dei modi lungo il suo delicato percorso di crescita.
Saremo in grado di offrire possibilità, opportunità e alternative, gli doneremo forza e costanza per affrontare la vita e speranza quando tutto sembrerà perduto.

Ditemi, cosa volete realmente per vostro figlio, qual è il vostro augurio più sincero?

Il mio desiderio è che ogni bambino possa trovare nel proprio genitore quella “casa”, quel tepore, quell’appartenenza e comprensione uniche e necessarie per il suo corretto sviluppo e per la sua naturale propensione alla Felicità.


di Valentina Bruno. Studiosa di genitorialità, dei bambini e del loro comportamento, ideatrice di Crescere Felici – Educare alla vita con libertà e gioia, fondatrice del progetto Educare alla Felicità™.

Potrebbe interessarti anche

Libri sull'argomento