• 0 Elementi - 0,00
    • Il carrello è vuoto.

Come, quando e perché scegliere i pannolini lavabiliGiorgia Cozza | Genitorialità

Pannolini lavabili: guida all'uso

8 Luglio 2020

L’estate è un buon momento per i genitori che sono incuriositi dai pannolini lavabili e vogliono fare un tentativo: il bucato asciuga più rapidamente e per chi può stendere all’aperto il sole igienizza e sbianca. Se questa soluzione alternativa ai pannolini usa e getta ha suscitato il vostro interesse, potrebbe essere l’occasione giusta. Vale anche se il vostro bambino è grandicello e finora avete utilizzato solo gli usa e getta: si è sempre in tempo per iniziare e sperimentare questa possibilità.
Giorgia Cozza, autrice di Pannolini lavabili, in questo articolo spiega come, quando e perché usarli.

Tre motivi per scegliere i pannolini lavabili

Se vi state chiedendo perché provare i pannolini lavabili, le motivazioni sono numerose e riguardano aspetti diversi.
Per molte famiglie è stato fondamentale il desiderio di ridurre il proprio impatto sul Pianeta, di fare la propria parte per prendersi cura della Terra, ricordando che è la nostra casa e, soprattutto, è la casa dei nostri figli.
Altri genitori hanno preso in considerazione l’aspetto economico, poiché i pannolini di stoffa consentono un buon risparmio alle famiglie.
Altri ancora hanno fatto questa scelta per tutelare il benessere e la salute della pelle del bambino.

Per quanto riguarda il discorso ecologico ormai tutti sappiamo che i pannolini usa e getta hanno un impatto veramente devastante, poiché iniziano a inquinare sin dalla fase produttiva e restano sul conto del pianeta fino a cinquecento anni dopo l’utilizzo. Un prodotto “ingombrante”, non facile da smaltire, tanto che un numero crescente di amministrazioni comunali sta cercando di promuovere l’alternativa dei pannolini di stoffa, offrendo dei kit prova o degli incentivi economici (rimborso parziale o totale delle spese sostenute per l’acquisto o riduzione delle tariffe sui rifiuti) alle famiglie.

E il risparmio economico? Sicuramente è molto significativo per le famiglie che iniziano a usare presto i lavabili poiché si riducono al minimo le spese per gli usa e getta. I lavabili, una volta sostenuto l’acquisto iniziale, si sfruttano finché il bimbo inizia a usare il vasino e si possono  utilizzare per eventuali fratellini o sorelline (o rivendere nei gruppi di vendita e scambio pannolini, recuperando così parte delle spese). Ma anche le famiglie che hanno scoperto i lavabili dopo il primo compleanno hanno notato un vantaggio in termini economici.

Infine, fondamentale, il benessere del bimbo. Ancor più del solito, nelle giornate calde, il contatto con un tessuto naturale, fresco e morbido offre maggiori garanzie di comfort rispetto alla plastica degli usa e getta.

A ognuno il suo

Naturalmente quando si parla di lavabili, non si intende che la famiglia debba rinunciare del tutto agli usa e getta.
Alcuni genitori lo fanno perché si trovano così bene con i pannolini di stoffa che non sentono più alcun bisogno degli usa e getta, ma ogni famiglia deve trovare la sua personalissima formula. C’è chi sfrutta i lavabili solo di giorno, chi solo di notte, chi utilizza gli usa e getta mentre i genitori sono al lavoro e al loro ritorno e nei fine settimana è il momento dei lavabili. C’è chi non rinuncia ai lavabili neppure in vacanza e chi mentre è in viaggio preferisce portare con sé gli usa e getta. Non ci sono soluzioni giuste a priori, uguali per tutti, ogni famiglia è diversa e deve trovare la sua strada.

Il suggerimento dell’esperta

Il suggerimento, se l’argomento ha attirato la vostra attenzione, è di informarvi, leggere, documentarvi. Se conoscete qualche famiglia che li usa o se nella vostra zona c’è una pannolinoteca potrebbe essere molto utile vedere e toccare con mano diverse tipologie di lavabili. E poi si prova. Magari iniziando con due o tre modelli per scoprire quali sono i vostri preferiti e procedere poi con degli acquisti mirati per arricchire il vostro “corredo” di lavabili.

Concludo questa riflessione con una citazione tratta dal manuale Pannolini lavabili: «Forse questa è la soluzione che fa per noi, forse no. Se decideremo di intraprendere questo percorso, dovremo trovare la nostra giusta misura, modellare questa scelta sulle esigenze del nostro bambino e nostre, perché quella dei lavabili sia un’esperienza soddisfacente per tutta la famiglia. Qualunque sarà la formula giusta per noi, è bello sapere di aver dedicato tempo e impegno anche a questo aspetto dell’accudimento del nostro piccino. Anche nella scelta dei pannolini, avremo investito qualcosa di noi. Ci avremo messo testa e cuore».

Credo che il “segreto” sia sempre questo: informarsi, valutare e fare le proprie scelte. Vale per tutti gli aspetti dell’accudimento e dell’educazione del bambino ed è anche un esempio prezioso per i nostri figli. Un incoraggiamento a non limitarsi ai sentieri già tracciati del così fan tutti, perché cercare e trovare la propria strada può regalare grandi soddisfazioni.


di Giorgia Cozza
Giornalista e scrittrice.

Il bambino naturale consiglia...
×