• 0 Elementi - 0,00
    • Il carrello è vuoto.
Perché quando i bambini giocano fanno sempre le stesse cose?

I bambini quando giocano ripetono spesso le stesse azioni: vi siete chiesti perché lo fanno e che cosa imparano reiterando certi gesti?
In questo articolo tradotto dalla rivista e blog The Green Parent trovate la definizione dei principali schemi di azione usati dai bambini per giocare e alcuni suggerimenti su come favorire questo tipo di attività di apprendimento.

Cosa sono gli schemi di azione

Gli schemi di azione o di gioco sono modelli comportamentali ripetuti che permettono ai bambini di esplorare e sviluppare l’attività svolta sulla base dei loro pensieri e delle loro idee. Agli adulti alcuni di questi comportamenti potrebbero sembrare strani, ma per i più piccoli sono uno strumento necessario per capire il mondo e loro stessi.
Ricordatevi che ogni bambino è diverso, perciò qualcuno potrebbero organizzare le attività attraverso uno o più schemi, altri invece farne a meno.

8 schemi di gioco e come favorirli

Osservando il modo di giocare dei bambini, noterete quanto questi schemi siano evidenti, ma potreste fare fatica a riconoscerli nello specifico, perciò ecco alcune definizioni e relativi suggerimenti per agevolare questo tipo di apprendimento in futuro.

La recinzione

I bambini sono interessati a creare spazi chiusi per loro stessi o per collocarvi gli oggetti, desiderano quindi ordinare e organizzare cose e spazi.

Come favorire questo schema

Se i bambini desiderano appartarsi, cercate delle grandi scatole di cartone su cui possano arrampicarsi o che possano usare per costruire tende o tane. Se invece si divertono a recintare gli oggetti, potete fornire loro vasi, contenitori e altre cose interessanti da inserire all’interno.
Se siete all’aria aperta, create dei rifugi con rami caduti e provate a coprire gli oggetti con foglie e ramoscelli.

La connessione

I bambini che esplorano questo schema possono mostrare interesse nell’unire le cose o nel legarle tra loro, si divertono per esempio a montare insieme i binari delle rotaie del treno o i mattoncini Lego oppure a legare insieme nastri, lana, spago e scotch.
Lo schema della connessione può anche avvenire attraverso il processo diverso, cioè scollegando, quando il bambino smonta o stacca gli oggetti che prima aveva collegato.

Come favorire questo schema

Proponete diversi giochi con le costruzioni, utilizzando mattoncini in vari materiali, oppure sperimentate attività creative con la colla o il nastro adesivo e materiali che possono essere legati o incollati, come spago, lana, nastro e strisce di carta o tessuto.
Oppure realizzate collane infilando nello spago i formati di pasta che si prestano a diventare perline.

L’imballaggio

I bambini possono essere interessati ad avvolgere loro stessi, gli oggetti o gli spazi, per esempio usando coperte o tende. Possono divertirsi a fare pacchi e a metterci dentro oggetti di uso quotidiano.

Come favorire questo schema

Mettete a disposizione coperte e tessuti in modo che possano avvolgere loro stessi o i loro peluche. Se si divertono ad avvolgere gli oggetti, possono usare vecchie buste o giornali. Date loro anche la possibilità di travestirsi con sciarpe, cappelli e scampoli di stoffe.

La rotazione

I bambini che esplorano questo schema sono interessati agli oggetti che ruotano o che hanno forme circolari, per esempio dispongono di ruote e parti che girano. Potreste notare che sono affascinati dalle lavatrici.

Come favorire questo schema

Scegliete giocattoli con ruote o semplicemente oggetti che girano, una trottola vecchio stile, per esempio sarà perfetta oppure giochi con ruote o ingranaggi.
I bambini potrebbero anche divertirsi a giocare con un mulino ad acqua nella vasca da bagno o a sperimentare attività che prevedano la miscelazione e il mescolamento.
Possono giocare usando palle di diverse dimensioni da lanciare, prendere e calciare.

La traiettoria

Questo è forse lo schema più comune, una traiettoria che vi sarà sicuramente familiare viene esplorata quando i bambini fanno cadere ripetutamente le cose dal seggiolone. Proprio perché i bambini sono interessati a come si muovono loro e le cose circostanti potrebbero provare soddisfazione nel lanciare oggetti, correre o giocare con l’acqua che scorre.

Come favorire questo schema

Offrite molte opportunità di gioco all’aperto. Lasciate che si arrampichino sugli alberi e lasciateli liberi sulle altalene e sugli scivoli al parco giochi, portate delle palle morbide da lanciare e valutate l’opportunità di giocare con l’acqua versandola. Infine soffiate, inseguite e catturate le bolle di sapone.

Il trasporto

I bambini spostano ripetutamente gli oggetti da un posto all’altro a mano o utilizzando qualcosa che li contenga, per esempio un carrello, una borsa o un passeggino per le bambole.

Come favorire questo schema

Oltre ai giocattoli con le ruote, le carrozzine e i carrelli che possono essere divertenti da esplorare, offrite anche dei “contenitori naturali” da usare come “mezzi di trasposrto”, delle conchiglie per esempio, o altri oggetti raccolti insieme durante una passeggiata nella natura.

L’orientamento

Questo schema è tipico dei bambini che sono incuriositi dal vedere il mondo da diverse angolazioni. Osservandoli, infatti, potreste scoprire che passano molto tempo a testa in giù, a guardare attraverso le loro gambe o a ruotare giocattoli e oggetti per studiarli da diverse angolazioni.

Come favorire questo schema

Provate a fornire specchi, lenti d’ingrandimento e binocoli.
Inoltre, i bambini in questa fase hanno bisogno di molte opportunità di gioco energico, perciò lasciate che si arrampichino sugli alberi ed esplorate aree di gioco naturali, visitate diversi parchi per provare nuove attrezzature di gioco.

Il posizionamento

È uno schema di suddivisione in cui i bambini dispongono gli oggetti in linee, sequenze e schemi, posizionandoli con attenzione. Di solito prediligono oggetti piccoli con un certo numero di pezzi.

Come favorire questo schema

Proponete ai bambini giochi “matrioske”, multipli di oggetti dello stesso tipo, blocchi colorati o trenini. Possono divertirsi molto a creare schemi sui telai per i chiodini colorati oppure proponete semplicemente una grande scatola piena di oggetti diversi da selezionare e ordinare.

La ripetizione fa parte del gioco e della crescita

Può essere frustrante quando un bambino fa cadere per la centesima volta qualcosa dal seggiolone o quando ci accorgiamo che gli oggetti che avevamo lasciato in ordine da qualche parte siano stati spostati.
Cercate però di cambiare prospettiva: gli schemi sono una componente fondamentale del gioco e della crescita, consapevoli di ciò capirete perché alcuni bambini mostrano una tale perseveranza e determinazione nel fare le cose in un certo modo. Individuando e incoraggiando gli schemi di azione del vostro bambino e offrendogli idee e materiali, lo aiuterete a imparare.


Dalla rivista The Green Parent

Traduzione di Elsa Lattanzio
Revisione di Francesca Pamina Ros

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accetto i Termini e Condizioni e la Privacy Policy

×